Commenta per primo

 

Danilo, Willians, Allan, Gabriel Silva, Maicosuel: cinque undicesimi della prossima Udinese possono parlare brasiliano. Barreto non lo contiamo essendo sul mercato, come pare Neuton: comunque sia, un bel numero di samba, non c’è che dire.
 
 
Danilo è stata la certezza dell’anno scorso: esperto e sicuro, subito si è ritagliato un posto da titolare. Se si pensa che tra gli acquisti della scorsa stagione solo lui e in parte Fabbrini e Pereyra si sono confermati, si capisce la qualità del difensore. Se giocasse nell’Inter sarebbe già nominato come uno tra i migliori d’Europa, ma gioca a Udine e la visibilità è quella che è.
 
Allan è un centrocampista centrale: se si dovesse trovare un possibile sostituto a Asamoah, lui più di Willians farebbe probabilmente al caso. Dinamico, buon piede, visione di gioco, queste le caratteristiche.
 
Abbiamo nominato Pitbull Willians: il soprannome dice già tutto. Insieme a Pinzi prepariamoci a una stagione di gente che ha una filosofia: o passa il pallone o la gamba, tutti e due non possono.
 
Gabiel silva è forse quello che è più da valutare, anche se ha già giocato in A con Tesser a Novara. Tecnicamente deve disciplinarsi perché come tutti i sudamericani la fase difensiva non è alla pari di quella offensiva.
 
Infine la scommessa Maicosuel: il trequartista voluto da Guidolin sarà lui. O almeno sarà valutato molto attentamente in ritiro. Per ora parlano per lui i video e le voci che in Brasile lo volevano protagonista anche fuori dal campo. Udine lo potrebbe disciplinare e , se così fosse, potrebbe diventare una rivelazione.