Commenta per primo
Francesco Guidolin, tecnico dell'Udinese, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara che i bianconeri giocheranno in casa contro il Milan.

Sulla partita, con quale spirito verrà affrontata: "Non è nel mio stile, però posso assicurarvi che andremo in campo convinti e determinati. Conosciamo la forza del Milan, una squadra ricca di qualità che sembra aver appreso i concetti del suo nuovo allenatore. Solo se giocheremo al meglio delle nostre possibilità potremo ottenere un risultato positivo".
 
Sulle prestazioni del mese di febbraio che avevano fatto credere che l'Udinese fosse guarita: "E' il trend di questa sofferta stagione. Non é questo il momento di cercare i perché, l'importante é guidare la barca in porto. Non mi sono mai illuso e mi sono sempre aggrappato alla realtà delle cose".
 
Su come ha vissuto la settimana: "Influenza a parte, vivo con serenità questo momento perché non mi soffermo sulle voci che si sentono in giro. Io faccio fede a quello che dice Pozzo e non sento assolutamente venir meno la fiducia della società".
 
Sulle eventuali novità tattiche: "Abbiamo provato la difesa a quattro come tante altre volte in passato. Abbiamo avuto una settimana complicata a causa delle convocazioni in nazionale: tanti ragazzi sono rientrati ieri e possono allenarsi nei ranghi solo oggi per la rifinitura. Comunque anche gli altri avranno lo stesso problema".
 
Sul confronto tra squadra e società: "Tutto, ma sono argomenti che rimangono tra di noi. E' chiaro che nessuno è contento di questa situazione".
 
Sul Milan: "Sta giocando molto bene nell'ultimo periodo, è evidente che la squadra sta metabolizzando i concetti del suo mister. Dovremo fare la partita perfetta".
 
Su che tipo di giocatore sia Taarabt: "Avevo già visto il marocchino nel QPR e si può dire che sia stato un acquisto azzeccato. Ha portato qualità, forze fisica ed è forte nell'uno contro uno".
 
Sulle condizioni di Bubnjic: "Potrebbe essere recuperato al 100% ma aspettiamo la rifinitura".
 
Sulla convocazione in Nazionale di Scuffet: "Siamo tutti felice per lui. A Simone stanno succedendo tante cose belle in rapida successione. Spero possa gustarsi questo momento da sogno".
 
Su Widmer a destra con Basta a sinistra, se possa essere una soluzione ripetibile: "Possiamo riproporla. Basta ha giocato con entusiasmo in un ruolo che non é suo. Widmer a sinistra? Adesso no perché è giovane e preferisco non complicargli troppo la vita, ma in un futuro perché no".
 
Su Douglas, non pronto per la Serie A: "Adesso gioca con la Primavera per prendere contatto col nostro calcio. Ha un bel piede e una buona gamba. Non gli manca niente per affermarsi"
 
Get Adobe Flash player