Calciomercato.com

Udinese, messaggio a Napoli e Milan per Samardzic: la cifra si alza

Udinese, messaggio a Napoli e Milan per Samardzic: la cifra si alza

  • Emanuele Tramacere
  • 19
Che talento! Uno dei migliori a disposizione dell'Udinese di Andrea Sottil che, proprio per preservarlo, lo sta utilizzando a fasi alterne per cercare di "nasconderlo" dagli occhi indiscreti del mercato. Eppure quando scende in campo il centrocampista serbo, ma nato in Germania, classe 2002 ruba l'occhio per personalità, posizionamento, letture e si, anche in zona gol con 4 reti e 3 assist all'attivo in "soli" 1000 minuti, sostanzialmente incide in media con una giocata decisiva ogni 1,5 partite. E sì, inevitabilmente, gli uomini mercato delle big d'Italia e d'Europa si sono accorte di lui.

MILAN E NAPOLI - Il Milan poteva prenderlo già due anni fa quando la sua clausola rescissoria da poco meno di un milione di euro e continua a seguirlo (LEGGI QUI), ma oggi è il Napoli il club più forte sul talento dell'Udinese. Vi abbiamo raccontato dei contatti già avviati fra le parti (LEGGI QUI) già prima dell'ultimo mercato invernale e anche oggi il club azzurro sta pensando a lui per sostituire la possibile partenza di Zielinski.

MARINO ALZA IL PREZZO - L'Udinese è però da sempre bottega cara e la strategia del "nascondere" il giocatore non sposterà i piani del club. Le cessioni si fanno, sono nel dna del club friulano, ma soltanto davanti a cifre importantissime e quasi fuori mercato. Lo ha ribadito anche il dt Pierpaolo Marino che su Samardzic ha mandato un messaggio chiaro a Milan e Napoli e all'idea di un'operazione che possa rimanere low cost: "La nostra idea è tenere un giocatore finché non raggiunge il suo vero valore. Ci possono anche dare diversi milioni per Samardzic, poi quando lo vendi ti penti.Noi vogliamo cedere i nostri giocatori quando sono al massimo della valorizzazione e quando ci chiedono loro di andare via". E se per De Paul, nel pieno della carriera sono stati richiesti non meno di 40 milioni, per Samardzic la cifra non potrà essere più di tanto lontana.

Altre notizie