Commenta per primo

L'Udinese ha battuto 2-1 il Palermo allo stadio 'Friuli'. Con questo successo, gli uomini di Guidolin raccolgono il quarto risultato utile nelle ultime quattro partite di fila. Inizio subito forte la squadra di casa, che passa in vantaggio al 9': punizione dalla sinistra di Di Natale, deviazione sul palo e tap-in vincente del difensore Benatia. Il raddoppio al 9' del secondo tempo: Cassani trattiene Zapata su un calcio d'angolo, sul dischetto si presenta Di Natale che, alla sua 200° presenza in serie A con l'Udinese, insacca alle spalle di Sirigu. Il Palermo accorcia le distanze al 38' della ripresa: è Pinilla a segnare con un sinistro al volo.

UDINESE

Il difensore dell'Udinese, Medhi Benatia: 'Sono molto felice per il gol, lo dedico a mio padre che per la prima volta è venuto a vedermi in Italia, è il mio portafortuna. Sta andando tutto bene, ma dobbiamo rimanere concentrati e pensare solo a salvarci il prima possibile, la classifica è migliorata, però per la quota 40 c'è ancora strada da fare. Questa è stata senz'altro la miglior partita dell'Udinese in questa stagione. Ma il calcio dimentica in fretta, non ci dobbiamo adagiare sugli allori. Bisogna rimanere concentrati per il resto del campionato. E' stata difficile, il Palermo è una buona squadra'.

PALERMO

Il centrocampista del Palermo, Giulio Migliaccio: 'Quando vai subito in svantaggio dopo pochi minuti, la partita diventa durissima, a maggior ragione se giochi fuori casa. Noi abbiamo provato a recuperare, siamo entrati molto determinati nel secondo tempo e con voglia di segnare, ma poi è arrivato il rigore e il raddoppio dell'Udinese. Possiamo dire che ci abbiamo provato, che la reazione giusta c'è stata, ma anche che abbiamo commesso troppe ingenuità. Non c'entra la stanchezza per la gara di Coppa e non deve essere un alibi. Queste competizioni ben vengano, se abbiamo perso è perché non era il solito Palermo e questo fattore lo analizzeremo alla ripresa degli allenamenti'.