642
Il Milan cerca De Paul e va benissimo. Parlavamo nei giorni scorsi di come la sua presenza darebbe superiorità a qualunque squadra italiana lo prendesse. Non è in discussione l'idea, fa venire i dubbi la facilità con cui il Milan sta perdendo i giocatori a costo zero. Vedremo come finirà il caso Donnarumma, ma se ad aggiungersi fosse Calhanoglu il danno comincerebbe a essere molto, molto importante, perché appesantisci due volte il bilancio con nuovi acquisti senza avere certezze di aver migliorato la squadra. 

Ascolta "Calhanoglu dopo Donnarumma: Milan, questi addii preoccupano" su Spreaker.

Il Milan è una grande squadra di mezzo: può abbastanza, non tutto. Così deve fare passi indietro davanti alle richieste dei suoi giocatori migliori. La regola è che ti paghi De Paul con Calhanoglu: da una parte prendi, dall'altra dai.  C'è stato certamente un errore lungo il percorso. Inutile inoltre proporre giocatori all'Udinese, non li accetta, i suoi giocatori vuole comprarseli da sola. Comunque sia, ribadisco, De Paul è il giocatore migliore nel mercato italiano, prenderlo significa essere sicuri di una differenza. Per questo credo che il Milan non sarà da solo, e dietro avrà molte altre squadre.