144
Torna l'appuntamento di Calciomercato.com: un cappuccino con Mario Sconcerti. I temi dell'attualità calcistica approfonditi da uno dei punti di riferimento del giornalismo italiano e presenza fissa sulle pagine del nostro sito. Il commento di oggi è su Conte e l'Inter.

Io credo che Conte abbia fatto un buon lavoro con l'Inter, non come crede lui, che per sè pensa solo in termini superlativi. Penso solo che non potesse fare di più. L'Inter è una squadra che non ha qualità sufficienti per vincere: sono tutti buoni giocatori, ma non sono i migliori. Serve un po' più da Skriniar, da Bastoni, da Barella, Brozovic, da Lautaro, Sanchez, Young, non molto, mezzo voto più in partita. Un voto intero da Sensi ed Eriksen, Vecino, Moses.

Ascolta "Conte ha fatto un bel lavoro, ora tocca a Zhang migliorare l'Inter" su Spreaker.

Sono queste differenze che l'Inter deve trovare. Che ne manchino tante significa che è stata allenata bene, al di là degli eccessi di Conte. Ha avuto la fortuna di giocare contro la Juve più confusa degli ultimi 10 anni, ma non le è bastato. Ha perso gli scontri diretti, ha abbinato poche volte velocità a qualità di gioco, però è stata spesso vicino a diventare una grande squadra. Ora deve fare di più come società: il mezzo punto che manca ad ogni giocatore spetta trovarlo a Zhang, perché anche l'Inter ha un presidente.