339
Ha torto Fedez, l’errore sta nel suo concetto di libertà. Non si può dire sono un artista e sul palco dico quello che voglio, me ne assumo la responsabilità. Primo perché assumersi la responsabilità non è un’impresa, è un dovere. Poi perché Fedez non può dire quello che vuole, nessuno di noi lo può. La libertà esiste finché non danneggia la libertà degli altri. Fedez lo sa, tante volte sono dalla sua stessa parte. Ma non si può gridare in una televisione di abbonati una frase che tu stesso giudichi maledetta. Significa commettere lo stesso errore del leghista che l’ha pronunciata. Significa gettare una frase estrema sulla faccia di tutti in un contesto che peraltro non l’aspetta. Questa non è libertà, è prevaricazione.



Ed è ridicolo che da questo la sinistra muova per ridefinire la Rai, che è quella da sempre perché ha anche il dovere di esserlo. Essere artisti significa avere più sensibilità degli altri, capire i problemi anche di chi ti permette di esprimerti. Certo che la Rai è un sistema, non puoi andarci per cambiarlo in tre minuti. I pregiudizi della Rai sono tanti perché tanti sono i pregiudizi del suo pubblico. Solo per questo vanno rispettati.