535
E’ un affare strano quello di Zaniolo alla Juve, per più motivi. La valutazione è molto alta, troppo per quello che Zaniolo ha mostrato fino ad oggi. Cinquanta-sessanta milioni sul mercato italiano sono la cifra di una scommessa già vinta, non di una storia ancora da cominciare. Ho perplessità generali su Zaniolo dal punto di vista tattico. Non si sa quanto possa segnare, per ora pochissimo. Non è chiaro il suo ruolo. E’ di sicuro un giocatore interessante, ma con alcuni limiti. Come caratteristiche ricorda Boniek per la progressione e il controllo del pallone in corsa. Ma è diversa la qualità.


La bellezza di Zaniolo per ora è la facilità con cui porta disordine negli avversari. E’ un trattore che parte e se va bene butta giù qualche albero sul percorso. Non costruisce, non crea un traguardo. Non mi sembra infine un giocatore da Juve, se la Juve è ancora la squadra dell’eleganza e della disciplina. Zaniolo sul campo è uno splendido anarchico. Va da sé che alla Juve ne sanno più di me, trovo però sproporzionata la cifra. Così come stanno le cose, è più un affare per la Roma.