Qui non ci sono Ronaldo, qui non ci sono Messi: il calcio non è solo dei campioni, quello virtuale non è solo dei pro. Un angolo dedicato a chi si avvicina al mondo degli eSports, per chi li vive con passione ma senza prendersi troppo sul serio. "Un po' di FIFA qua?" è la rubrica dedicata a voi e a noi, ai gamer di tutti i giorni: uno spazio per tutte le curiosità e per raccontare avventure e disavventure digitali.

'Buggato'
. Una parola che può suonare buffa ai più ma che per i videogiocatori, soprattutto quelli di calcio, ha un significato ben preciso: indica un giocatore virtuale 'overpowered', un giocatore fortissimo per statistiche a prescindere dal fatto che il corrispettivo reale abbia effettivamente lo stesso strapotere o meno. Chi ha giocato a FIFA Ultimate Team su Fifa 18 nell'ultima stagione, sa benissimo che nessuno meglio di Hirving Lozano rappresenta al meglio questa descrizione.

Il messicano si è preso la scena negli ultimi giorni per il gol con il quale ha steso la Germania, regalando alla propria nazionale un clamoroso successo all'esordio nel Mondiale in Russia: il giusto coronamento per una stagione da urlo con il PSV, 19 gol e 11 assist in 34 presenze complessive che hanno reso Chucky (soprannome dedicato alla celebre bambola assassina dei film) uno dei più attesi in questa edizione della Coppa del Mondo. E che gli sono valsi più di una carta speciale: ultima in ordine cronologico la TOTS (Team of the Season) con 89 di valutazione generale e quei 99 in accelerazione, agilità e resistenza che spiccano, ma la più famosa è la SIF 84 della 15esima Team of the Week, una delle carte più usate in corsa da gamer normali e, soprattutto, pro players. Rapido, preciso nei dribbling, bravo al tiro e al cross: praticamente immarcabile, ma con un problema che lo rendeva praticamente inutilizzabile dal primo minuto e perfetto solo come cambio in corsa.
Il campionato, quell'Eredivisie che lo ha limitato in maniera impressionante: impossibile infatti costruire intesa con lui anche per questioni di nazionalità, inevitabile dunque chiamare una pausa subito per inserirlo o attendere la ripresa. Il mercato però sta per andare incontro ai videogiocatori: la stagione da urlo ha puntato su Lozano gli occhi delle big europee, in particolare gli interessamenti più concreti arrivano dalla Premier League, campionato perfetto da un punto di vista virtuale per lui. Chi ha giocato con una formazione presa dal campionato inglese e utilizzato il tridente offensivo (come il sottoscritto) ha faticato per trovare un'ala destra all'altezza che non fosse una versione speciale di Salah, i cui costi sono sempre stati elevatissimi. Willian un'alternativa non sempre efficace, Hazard edizione birthday un'altra variante estremamente costosa almeno fino ai mesi conclusivi di FUT: Lozano andrebbe a colmare un vuoto evidente per i gamer amanti della Premier, un esterno velocissimo e di piede destro da lanciare in profondità per sorprendere la difesa avversaria e poi inventare il finale, che sia un traversone per i compagni o un gol come quello che ha steso la Germania.

@Albri_Fede90​