Edwin Van Der Sar, ex portiere della Juve e attualmente direttore sportivo dell'Ajax, è intervenuto ai microfoni di Tuttosport dal congresso dell'Eca: "Cristiano Ronaldo può cambiare gli equilibri della Champions League. Voglio dire: è l'uomo che ha contribuito in modo massiccio alle ultime tre vittorie, quindi la Juventus, che era già un top team, adesso diventa senza dubbio una delle favorite. Ma non dite che ho giocato con Cristiano Ronaldo, è lui che ha giocato con me! Scherzi a parte, era giovane, ma già un giocatore dal talento straordinario e uno strepitoso professionista. Aveva stupito tutti fin dall'inizio, al punto da sembrare arrogante, ma per lui l'allenamento era una cosa dannatamente seria. Quando tutti avevamo finito e si dirigevano verso lo spogliatoio, lo vedevi qualche volta che trotterellava verso la palestra per starci ancora un'ora a svolgere ulteriore lavoro. Sempre molto concentrato e determinato. Insieme a noi è anche maturato, ha imparato a stare in un grande club ed è diventato lui stesso grande. Sarà interessante vederlo tornare all'Old Trafford: so che non è la prima volta che ci va da avversario, ma credo che gli faccia sempre un po' di effetto rivedere quel posto e quella gente".

"Anno buono? Perché no? Ha uno dei giocatori più forti del mondo in una squadra che ha tanti campioni. Ma perché non il mio Ajax allora? Torniamo in Champions dopo tanti anni e abbiamo intenzione di fare bella figura. Abbiamo molti giovani interessanti. Negli ultimi dieci anni è cambiato in modo radicale il calcio europeo, la questione commerciale ha preso il sopravvento su tutto, i soldi si sono moltiplicati. All’Ajax abbiamo continuato a fare quello che abbiamo sempre fatto: trovare giovani talenti e crescerli con metodo. Abbiamo molti ragazzi interessanti nella squadra e potrebbero essere la sorpresa della Champions".