Commenta per primo

Nella prima frazione di gioco le due squadre si fronteggiano a viso aperto, con l'Inter che fa maggior possesso palla rendendosi pericolosa soltanto con qualche mischia e tiro dalla distanza con Jirasek e Alibec, ma il Genoa risponde con dei contropiede pericolosissimi nei quali sfiora il gol con Jelenic e Longo, che non riescono a portare in vantaggio il Grifone nonostante si ritrovino da soli davanti a Perin. Poco prima dell'intervallo perdita importante per i nerazzurri, che devono sostituire l'infortunato capitan Alibec con l'attaccante senegalese Thiam. Nei primi 45' si è messo in mostra Sturaro, che ha diretto i giochi a centrocampo per la squadra di Corradi e Juric facendo girare la palla velocemente e contrastando con profitto gli attaccanti dell'Inter. Dopo 4' però arriva il vantaggio nerazzurro con un'azione personale di Dell'Agnello (al quinto gol del Torneo), che taglia l'area da sinistra a destra e con un rasoterra batte Perin in uscita. Al 22' però il Genoa avrebbe la grande occasione per recuperare grazie ad un calcio di rigore, ma lo specialista Polenta si fa parare il tiro da Bardi. Al 33' potrebbe arrivare il colpo che chiude definitivamente i giochi quando Pasqua di Tivoli espelle forse in maniera affrettata Piras per un fallo sulla trequarti. Nonostante l'inferiorità numerica però i luguri ci provano ugualmente con qualche palla lunga, ma l'ex Livorno Bardi si dimostra sempre preciso nelle uscite, mentre dall'altra parte l'Inter getta al vento numerose occasioni per raddoppiare su azioni in contropiede.

INTER

L'allenatore dell'Inter, Fulvio Pea: 'Siamo stati molto bravi nel primo tempo, con molto ordine, mentre il Genpa ci ha creato qualche grattacapo sfruttando qualche nostro errore e ripartendo bene. Mi spiace per i due infortunati, ma anche dopo i cambi abbiamo mantenuto il consueto 4-3-3. Il Genoa è un'ottima squadra, ma i miei ragazzi sono stati bravi nell'organizzazione del gioco. Abbiamo cambiato qualcosa cercando di sorprenderli sfruttando un po' la fase di ripartenza'.

GENOA

L'allenatore del Genoa, Sidio Corradi: 'Abbiamo subito una rete un po' ingenua in contropiede, ma i ragazzi hanno reagito e abbiamo avuto la grande possibilità di riequilibrare i giochi con il rigore. Polenta è il rigorista del Genoa ed è giusto che sia stato lui a batterlo. Normalmente lui calcia sulla destra del portiere, ma evidentemente oggi si è sentito di battere così. Se si è sentito di batterlo non vedo perchè non avesse dovuto farlo. Se fosse arrivato un altro rigore, sarebbe stato ancora Diego a tirarlo perchè lui è il titolare, punto. Il pareggio poteva essere più giusto. Loro ci sono stati superiori ad inizio ripresa, ma nel primo tempo sommato al rigore sbagliato dice che non meritavamo di perdere'.

INTER-GENOA 1-0
Marcatore: 48' Dell'Agnello

Inter (4-3-3): 1 Bardi; 8 Natalino, 2 Benedetti, 6 Kysela, 3 Biraghi; 16 Romanò, 10 Crisetig, 13 Jirasek (93' Bessa 19); 22 Lussardi (6' Faraoni 4), 20 Dell'Agnello, 18 Alibec (43' Thiam 24).
A disposizione: 21 Cincilla, 5 Galimberti, 7 Mannini, 9 Carlsen, 14 Knassmullner, 23 Tallo.
Allenatore: Pea.

Genoa (4-3-3): 1 Perin; 3 Bani (19' Rodriguez 20), 23 De Bode, 21 Polenta, 7 Carlini (80' Miracoli 19); 6 Sturaro, 17 Piras, 2 Alhassan; 11 Jelenic (80' Carozzino 14), 9 Longo, 10 Boakye.
A disposizione: 12 Oddo, 4 Mannela, 5 Bettati, 8 Doninelli, 15 Guarco, 18 Candia.
Allenatore: Corradi.

Arbitro: Pasqua di Tivoli.
Ammomniti: 6' De Bode, 68' Faraoni, 72' Sturaro, 91' Thiam, 93' Polenta.
Espulso: 79' Piras.