Commenta per primo

Tutti presenti, oggi pomeriggio, alla ripresa della preparazione, in casa della Vibonese, in vista del prossimo match di Pagani.
Col gruppo, a disposizione del duo Ferrante-Viola, anche l’attaccante Franco Caraccio. La punta argentina ha trovato l’accordo con la società della Vibonese, che a sua volta ha inoltrato tutto l’incartamento necessario per il tesseramento con la pratica TMS alla Fifa ed anche alla Figc. Si resta, pertanto, in attesa di ricevere il visto di esecutività.

«Arrivo a Vibo motivato – queste le prime parole di Franco Caraccio e convinto di poter dare il mio contributo alla squadra. Sono grato alla Vibonese per avermi voluto e l’insistenza con la quale mi ha cercato mi ha reso felice. Farò di tutto per ripagare sul campo la fiducia della società. Tra l’altro ho chiesto a diversi amici e tutti mi hanno parlato benissimo della dirigenza. Ed era quello che cercavo, vale a dire una società seria, che dà tranquillità ai giocatori».

Sull’acquisto di Caraccio è intervenuto il vice presidente Francesco Patania: «E’ un attaccante di cui si dice un gran bene e noi speriamo che mantenga le promesse sul campo. Ancora una volta ribadisco, a nome degli altri dirigenti, che ce la metteremo tutta per centrare i nostri obiettivi. Il mercato? Non finisce qua. Rimaniano vigili e non è escluso che arrivino altri calciatori».

Quindi è stata la volta del tecnico in seconda della Vibonese, Franco Viola, che è tornato sulla partita di domenica scorsa: «Francamente c’è poco da aggiungere. Basta vedere le immagini per rendersi conto di cosa è successo e di come siamo stati penalizzati. Tra l’altro il direttore di gara ha assunto un atteggiamento inspiegabile nei nostri confronti».
Sulla squadra ha aggiunto: «Non posso rimproverare nulla ai ragazzi. Dopo una partita del genere cosa potrei dirgli? Sicuramente abbiamo analizzato serenamente la gara e rivisto alcune situazioni da migliorare, ma bisogna lavorare soprattutto sul piano psicologico, perché ci sentiamo colpiti ingiustamente. Riprendiamo comunque a lavorare in vista della gara in casa della Paganese, avversario di estrema caratura, cercando di trasformare la rabbia e la delusione in energia positiva».


LA SETTIMANA – Oggi la squadra si è allenata di pomeriggio, mentre domani vi sarà la solita consueta doppia seduta. Giovedì è invece in programma un’amichevole a Melicucco con un avversario ancora da definire. Quindi venerdì pomeriggio di nuovo al “Luigi Razza” e poi la rifinitura di sabato prima della partenza per Pagani.


LA SCHEDA DEL NUOVO ACQUISTO ROSSOBLU’ - Franco Caraccio è nato in Argentina, a Chacabuco, il 16 gennaio del 1987. E’ cresciuto nel Settore giovanile dell’Arsenal Sarandì, società con la quale ha debuttato anche nella Prima Divisione argentina.
Al suo attivo ha una stagione nella Major League Soccer statunitense con la Houston Dynamo, club con il quale ha preso parte alla Coppa dei Campioni della Concacaf.
Quindi eccolo di nuovo in Argentina, stavolta nella Primera B Nacional (paragonabile alla nostra Serie B), con il Club Atletico All Boys e, nell’ottobre del 2009, l’arrivo in Italia, prelevato dal Foggia. Con la squadra pugliese segna un solo gol, ma è quello decisivo, perché nei play out è quello che regala la salvezza al team rossonero.
Nella stagione passata, infine, Caraccio ha giocato nel C.A.I., società di Primera B Nacional argentina.
Al suo attivo anche alcune presenze con la maglia della Nazionale Under 20 dell’Argentina.