Commenta per primo

Vicenza e Ascoli pareggiano 1-1 dividendosi la posta in palio. E' la squadra di casa dopo appena 2' a trovare il vantaggio: il passaggio filtrante in verticale di Botta pesca Abbruscato sul lato destro, l'attaccante biancorosso può battere indisturbato un diagonale su cui Guarna non può nulla. L'Ascoli si desta grazie alle iniziative di Papa Waigo respinte da Frison fino al 22', quando i marchigiani trovano il pareggio. Di Donato si invola sulla destra e il suo cross attraversa tutta l'area berica trovando il tap-in vincente di Papa Waigo. Al 58', sul tiro dalla bandierina, Peccarisi colpisce di testa ma Botta salva sulla linea, si accende una mischia nell'area piccola sedata da Frison che chiude sui piedi di Papa Waigo. Per il Vicenza Maiorino ci prova con continue progressioni sulla destra, su un suo cross Misuraca cade in area di rigore ma l'arbitro non fischia e il risultato non cambia.

 

VICENZA

Il portiere del Vicenza, Alberto Frison: 'E' stata una gara complicata, noi siamo partiti bene ma poi siamo calati e quindi siamo andati in difficoltà. In realtà non abbiamo sofferto troppo perché siamo rimasti compatti. Siamo stati fortunati quando Botta ha salvato sulla linea, ma è stata l'unica occasione in cui abbiamo rischiato. Secondo me è un punto positivo specie perché arriva dopo due sconfitte. Ora dobbiamo rimetterci a lavorare per tornare alla vittoria. So di essere al centro del mercato, sono lusingato dell'interesse del Catania ma nel caso rimanessi a Vicenza il mio impegno non cambierà. Il mio sogno? Sono un tifoso dell'Inter, però esordire in qualsiasi squadra di serie A mi renderà contento'.

ASCOLI

L'attaccante dell'Ascoli, N'Diayè Papa Waigo: 'È un buon risultato. Purtroppo la partenza è stata tutta in salita, abbiamo preso gol dopo tre minuti. Però abbiamo reagito, siamo stati bravi a recuperare e a lottare su ogni pallone. Non abbiamo mollato niente, abbiamo giocato sin dall'inizio una partita a viso aperto. Molto bella l'azione sul mio gol: Scalise è stato abile a servirmi quel pallone, che ho solo dovuto spingere in rete. In generale ci siamo dati tutti molto da fare, abbiamo corso e ci siamo sacrificati molto. Qualcosa in più avremmo anche potuto raccoglierlo, perché abbiamo avuto altre occasioni a disposizione. Io ho colpito un palo e Pasqualini si è fatto respingere il tiro dal portiere del Vicenza. Il calcio è così, se la palla non vuole entrare non entra'.