50
Un altro giocatore rispetto allo stanco, abulico e a volte irritante centrocampista visto in questa stagione nell'Inter di Antonio Conte, soprattutto nelle partite decisive di Champions League. Nella notte Arturo Vidal ha guidato da condottiero il suo Cile nell'esordio in Coppa America contro l'Argentina dell'amico ed ex compagno Leo Messi, centrando uno splendido 1-1 insperato alla vigilia e dopo la rete della Pulga su calcio di punizione. 

IL RITORNO DEL 'GUERRIERO' CONTRO MESSI - Di lotta e di governo, come ai tempi della Juventus e del Barcellona. Parecchia legna a mtà campo, interventi decisivi e rudi, sempre al limite del cartellino giallo, tanto da sfiorare più volte la seconda ammonizione. Ma tanta sostanza, solidità e i tipici inserimenti senza palla che ne hanno fatto le fortune in carriera: su uno di questi è arrivato il calcio di rigore per la nazionale cilena, a causa del fallo di Tagliafico proprio su di lui. Rigore poi sbagliato dallo stesso Vidal, prima che sulla ribattuta arrivasse il gol di Edu Vargas, il quale ha anticipato il centrocampista dell'Inter. Morale: in nazionale il Guerriero sembra riprendere linfa vitale e diventare un altro giocatore.

IL FUTURO ALL'INTER E' UN REBUS: "MI PIACE IL MESSICO...' - Nonostante le polemiche legate al Covid e a una forma fisica sicuramente non ancora ottimale.Il suo futuro in nerazzurro resta comunque un rebus, come confermato dallo stesso Vidal dopo la partita a TUDN:: "Futuro? Bisogna vedere, ho sempre detto che mi piace il Messico e mi piace l'America, spero che un giorno mi venga data la possibilità di andare lì, ma ci deve essere l'interesse da entrambe le parti. Ho un contratto con l'Inter e continuerò la mia carriera dando il massimo; se ad un certo punto succede, sarò felice". ​Insomma, parole che non spazzano le nubi sul suo futuro a Milano.

L'INGAGGIO PESANTE FINO AL 2022 E L'INTERESSE DELL'AMERICA - Il classe 1987  ha un ingaggio pesante di 6,5 milioni netti a stagione fino al 2022 (con opzione per l'Inter di prolungare fino al 2023), ma non figura in questo momento fra i giocatori considerati indispensabili per la prosecuzione del progetto di Simone Inzaghi. Su di lui ci sono diversi club sudamericani, tra cui appunto il Club America di Città del Messico: la Coppa America dirà sicuramente di più sul suo destino.

@AleDigio89