Pareva essere il giocatore su cui il Manchester United doveva puntare, fino a questo momento invece Radamel Falcao non si è dimostrato quel bomber che lo aveva reso tra gli attaccanti più prolifici nel panorama europeo, colpa dell'infortunio al ginocchio che gli ha fatto saltare il Mondiale brasiliano e che lo ha visto giocare solo quattro partite con i Red Devils. Continuano a rincorrersi le voci su un possibile addio del colombiano dalla prossima stagione, anche se Falcao vorrebbe continuare a giocare in Premier League, cosa che ha fatto drizzare le orecchie a Josè Mourinho. A fornire l'assist al giocatore di proprietà del Monaco è il suo ex compagno di squadra Ricardo Carvalho: "Falcao ha avuto un grave infortunio che lo ha tenuto fuori dai campi per sei mesi, deve ritrovare la fiducia necessaria e giocare i novanta minuti per poter recuperare la forma. Lo scorso anno si è infortunato con noi e ha avuto un lungo stop, quando succedono queste cose è importante tornare a giocare con continuità, anche per poter dimostrare di essere tornato come era prima". Van Gaal ha puntato subito su di lui, ma anche l'olandese ha dovuto ripensarci e metterlo in panchina nella gara contro il Tottenham. "Falcao non ha avuto la stessa reazione dei media - ha spiegato il tecnico -. C'è una bella differenza, e io l'ho già detto cinque mesi fa che i ragazzi che non giocano devono farlo qualche volta, non sempre, ma spesso se necessario devono giocare più minuti in seconda squadra. Falcao non ha fatto una grande partita in seconda squadra ma so che ha dato il meglio di sé, e non posso quindi chiedere di più ai miei giocatori". Solo il tempo dirà se l'attaccante, considerato tra i migliori d'Europa, tornerà quello di un tempo. Il colombiano potrebbe avere la sua chance dalla panchina nella gara contro il Liverpool di domenica. La posta in palio infatti è alta, è una partita che vale un posto in Europa...

Get Adobe Flash player