38
Come volevasi dimostrare, la Fiorentina non è una squadra e alla prova del campo il responso è stato impietoso. Lo si sapeva. Per non vederlo bisognava essere in malafede. Leggera, senza anima, inconsistente, debole sugli esterni bassi, senza alternative credibili a Chiesa che, peraltro, è un ventenne alla seconda stagione da professionista. Un 3-0 annunciato, troppo forte l'Inter, troppo fragile la Fiorentina

Se cambi tutta la squadra e lo fai a ridosso di ferragosto è normale che serva tempo ma il tempo non può essere un alibi perché sono mesi, anni, che in certi ruoli la squadra è scoperta. Troppo facile attaccare oggi Tomovic ma chi ha fatto sì che per il quinto anno lui sia titolare ha appena firmato il rinnovo quindi, ancora una volta, trovo ipocrita e fuori luogo attaccare il giocatore. E Vitor Hugo? Era evidente dal precampionato che non era pronto per un esame così severo e i fatti l'esame Icardi ne ha rilevata l'inadeguatezza.
Dal punto di vista tecnico la gara, semplicemente, non è esistita. Ma si continuano a cercare giustificazioni a partire dalla società. Sentire il ds Freitas parlare con orgoglio dell'enorme sforzo del club per costruire una squadra competitiva e vantarsi di aver piazzato ben 40 calciatori la dice lunga su cosa si stia facendo oggi a Firenze, commercio, certamente non calcio. Fossi Babacar chiederei di essere ceduto ma, fossi Babacar, mi chiederei cosa voglio fare da grande. Ancora una volta dopo un'estate in cui il ragazzo è stato coccolato, adulato con la sua media gol, all'inizio della stagione l'allenatore di turno sceglie l'altro attaccante che, oltretutto, è arrivato da poche ora. L'ennesima bocciatura, alla faccia di chi pensava di poter seriamente puntare su di lui. Bastava guardare le partite della Fiorentina per capirlo.

Gil Dias ed Eysseric pensano esclusivamente alla fase offensiva e giocano esclusivamente quando hanno la palla, impensabile in Italia quindi, sintetizzando, o Pioli riuscirà a fare con loro un capolavoro in poco tempo oppure prevede che avranno un ruolo marginale nel campionato viola, soprattutto il portoghese.