L'arrivo di Felipe Melo ha generato malcontento in una parte dei tifosi interisti e scatenato gli inevitabili sfottò dei tifosi juventini. Comprensibile dato che nella sua ultima esperienza italiana, proprio con la maglia della Juventus, il brasiliano non ha lasciato un bel ricordo.

Io mi farò promotore del buon Felipe da subito cercando di trovare le motivazioni valide che hanno portato Mancini a chiedere alla società di tesserarlo.

I punti fondamentali sono 3:
1 - Felipe Melo ha grinta e carisma da vendere e l'Inter ha bisogno di queste qualità come del pane. Il centrocampo è piuttosto giovane e uno 

che mantenga alta la concentrazione e faccia la voce grossa è indispensabile.
2 - Ha ottime capacità come interditore, ma a differenza di Medel (recupera-palloni e niente più) dispone, a mio avviso, di piedi di gran lunga 

più educati del cileno e di una migliore visione di gioco.
3 - La qualità migliore del brasiliano però, forse, è la capacità di verticalizzare verso le punte immediatamente dopo aver recuperato il 

pallone. Questa caratteristica lo rende secondo me indispensabile nell'ottica del gioco di Mancini.

Il Mulo - Felipe Melo... Il leone

-- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- -- 

Gianluca Minchiotti (caporedattore Calciomercato.com) risponde: 

Quello di Felipe Melo è un nome che divide i tifosi e che fa discutere, da sempre. Nel 2009, il suo trasferimento dalla Fiorentina alla Juventus fece scalpore, per la cifra (25 milioni!) e perché quando accade qualcosa in chiave mercato fra Firenze e la Torino bianconera il rumore è sempre forte. Come fu forte la delusione del brasiliano per il flop alla Juve: due stagioni da dimenticare, così come il rapporto con la tifoseria bianconera. In mezzo, un altro flop: i Mondiali del 2010 in Sudafrica, dove finisce sul banco degli imputati come uno dei principali responsabili del fallimento del Brasile di Dunga. Ora, dopo quattro anni in Turchia (dove è diventato un beniamino dei tifosi del Galatasaray e un 'nemico' per le tifoserie avversarie), Melo torna in Italia. E fa di nuovo discutere. E divide. Divide nuovamente juventini e interisti. E divide anche all'interno del popolo nerazzurro, fra chi non avrebbe mai voluto l'ex juventino alla Pinetina, e chi, come il nostro blogger di Vivo X Lei, concede una chance al classe 1983 di Volta Redonda. Come sempre, sarà il campo a dire l'ultima parola. Fin da ora, però, bentornato Felipe: sicuramente ci farai discutere!


APRI ORA IL TUO BLOG IN VIVO X LEI, GLI INTERVENTI PIU' INTERESSANTI SARANNO DISCUSSI DA DARWIN PASTORIN E DALLA REDAZIONE DI CALCIOMERCATO.COM