Occasionissima. C'è un club della Serie B italiana in vendita alla modica cifra di 3,8 milioni di euro. E a renderlo noto è un quotidiano maltese, nella sezione degli annunci economici. Sembra uno scherzo, e sulle prime anche noi avevamo pensato che tale fosse. Ma la fonte maltese che ci ha segnalato la cosa è degna della massima credibiilità, e inoltre la nostra immediata verifica ha permesso di scoprire che al numero di telefono indicato nell'annuncio corrispondono delle società reali e un intermediario ben identificabile. Ma andiamo a illustrare i dettagli.

Lo scorso 24 dicembre, vigilia di Natale, nello spazio “Classifieds” del quotidiano Times of Malta viene inserito un curioso annuncio: “Occasione unica. Club della Serie B italiana in vendita. € 3.800.000, niente debiti. I calciatori valgono circa € 4.500.000”.


L'annuncio, che potete rintracciare cliccando qui, digitando nella maschera di ricerca la stringa “serie b” si conclude specificando che è ammesso il ruolo di intermediari e aggiungendo un numero di telefono maltese da chiamare per ottenere ulteriori informazioni.

A quel numero di telefono ha risposto un signore che si è qualificato come l'avvocato Carl Peralta. I cui successivi messaggi di WhatsApp sono corredati da una serie di riferimenti professionali. Il profilo Linkedin ne presenta immediatamente i campi d'interesse: Real Estate, Investimenti e Calcio. La società cui fanno capo le sue attività, e di cui è proprietario nonché fondatore, è denominata 77 Great Estates e ha sede a Sliema. A 77 Great Estates è connessa la 77 Attackers, una società di servizi a beneficio di soggetti che operano nel mondo del calcio. Quest'ultima è inserita in un vasto network di agenti e agenzie denominato Football Agency Network.

Convinto di parlare con un possibile acquirente-investitore, Peralta ci ha inviato lo schema di un accordo di riservatezza, su carta intestata di 77 Attackers. In fondo al foglio, e accanto al nome di Peralta, si legge il medesimo numero di telefono inserito nell'annuncio di Times of Malta. Qualora avesse ricevuto compilato lo schema per l'accordo di riservatezza, Peralta sarebbe stato pronto a rivelarci il nome del club in vendita e a spedirci il più recente documento di bilancio ufficiale, oltre al prospetto dei salari



Ha però anticipato alcune informazioni: ha ribadito che il club non ha debiti; ha precisato che il valore della rosa di calciatori oscilla fra i 4 e i 5 milioni di euro; ha aggiunto che al prezzo d'acquisto di 3,8 milioni di euro va aggiunta una commissione del 10% più Iva per l'intermediazione; e infine ha sottolineato che le spese per la gestione dello stadio, che è di proprietà comunale, ammontano a 120 mila euro annui.

Questo è quanto. E si tratta di una storia che noi di Calciomercato.com approfondiremo nei limiti delle nostre possibilità. Ma ci aspettiamo pure che altri soggetti, di ben altro peso politico rispetto a Calciomercato.com, intervengano per fare la massima chiarezza sulla vicenda. Due su tutti: la Figc e la Lega di Serie B. I presidenti Gabriele Gravina e Mauro Balata battano un colpo. E anche rapidamente. Ché se davvero un club professionistico del nostro calcio può essere messo in vendita con un annuncio in stile Bric a Brac, e per di più attraverso le pagine di un quotidiano maltese, significa che qualsiasi tentativo di restituire credibilità al movimento è destinato a naufragare nel ridicolo.

@pippoevai