Calciomercato.com

Yildiz torna al gol in Next Gen e il mercato si riaccende: il piano della Juve, la corte del Liverpool

Yildiz torna al gol in Next Gen e il mercato si riaccende: il piano della Juve, la corte del Liverpool

  • Nicola Balice
  • 22
Ha ritrovato il gol Kenan Yildiz. Ma in una Next Gen che non riesce a uscire dalla crisi di risultati: contro il Pineto è stato il turco a segnare al 94' il rigore dell'illusorio 2-1, prima che i bianconeri si lasciassero raggiungere addirittura al '97. Alla corte di Max Allegri, intanto, non si vede però dal 28 ottobre quando il tecnico gli concesse 3 minuti più recupero contro il Verona: quinto (e ultimo per ora) spezzone in stagione, per un totale di 36 minuti in serie A. Pochi, anche se pesati insieme ai 600 collezionati in serie C con la Next Gen. Che stridono pure un po' considerando invece l'exploit con la Turchia di Vincenzo Montella: il gol segnato alla Germania ha fatto il giro del mondo, lanciando definitivamente Yildiz tra i giovani talenti in rampa di lancio su scala internazionale. Con Kenan che paga in parte anche il fatto che una Juve in emergenza si ritrova invece con un'abbondanza che non lascia spazi particolari in attacco tra Chiesa e Vlahovic, Kean e Milik. Uno spazio che però vorrebbe trovare, magari in prestito già a gennaio, per quanto in questo momento non sia assolutamente in programma una sua partenza da Torino nemmeno a titolo temporaneo.

LA CESSIONE – E la cessione? Il discorso è differente, anche se la risposta in questo momento non cambia: Yildiz non si muove. Questo è quanto si fa filtrare dalla Continassa, con tutta la Juve assolutamente convinta del valore assoluto del turco, prossimo a diventare un futuro punto di forza della squadra e un crack a livello internazionale
, motivo per cui già a inizio stagione è arrivato un rinnovo necessario per blindarlo almeno momentaneamente. Una convinzione evidentemente condivisa con tanti altri top club. Respinti gli assalti di Benfica e Fenerbahce così come di altre realtà turche negli scorsi mesi, valutazioni vicine ai quindici milioni quasi non sono state ascoltate. Differente sarà il forcing dei club di Premier e del ritorno di fiamma del Barcellona (proprio i blaugrana avevano in pugno Yildiz ai tempi del Bayern Monaco prima del colpaccio bianconero): Liverpool e Arsenal tra le altre continuano a seguire con attenzione la crescita di Yildiz, in attesa di spiragli che ancora non ci sono per far valere la propria forza economica.


 

Altre notizie