220
Steven Zhang, presidente dell’Inter, ha parlato al portale cinese Sina.com. "Prima di tutto, sono cambiate le modalità di gestione. Penso che qualsiasi azienda, non importa cosa faccia, si tratti di Internet, commercio elettronico, tecnologia, auto, finanza o calcio, la gestione finale si riflette in tutti gli aspetti dell'azienda, ma in settori come quelli del calcio, dei media, dell'intrattenimento, tutto questo si ingigantisce e diventa più facile da vedere. L’Inter, ormai, funziona come una grande industria cinematografica. Sono cambiate le modalità di gestione. In passato, era una piccola organizzazione. Ora deve diventare una squadra forte, tra le prime dieci al mondo".

OBIETTIVO PERSONALE - "
In Cina non ci sono limiti d’età. Molti mi guardano come se fossi un bambino, penso che sia uno shock per la comunità europea, ma credo di poter portare un po’ di innovazione e di nuova energia. Molte volte devo affrontare delle difficoltà, ma è normale. Se mi do un voto? Non lo faccio, ma cerco sempre di migliorare. E soprattutto il mio lavoro è appena iniziato".