Calciomercato.com

  • Gazzetta - Zhang si tiene l'Inter: c'è la data dell'annuncio. Rifinanziamento ponte, nuovi indizi

    Gazzetta - Zhang si tiene l'Inter: c'è la data dell'annuncio. Rifinanziamento ponte, nuovi indizi

    • Redazione CM
    Steven Zhang si tiene l'Inter. Questo è quanto afferma La Gazzetta dello Sport, secondo la quale l'imprenditore cinese è vicino a trovare un nuovo finanziamento ponte per rimborsare entro il 20 maggio il fondo Oaktree, ovvero 275 milioni di euro che interessi compresi salgono fino a 375 milioni di euro. Suning valuta l'Inter 1,2 miliardi di euro, senza compratori disposti a pagare quanto chiesto, resta al timone del club. La supremazia su Milano viene vista anche come un veicolo per dare lustro al brand, al pari dei lavori per il nuovo stadio.

    LA DATA - La seconda stella è anche un'occasione dal punto di vista economico. La stima tra introiti certi e quelli derivanti da iniziative di marketing e crescita del brand porta a circa quasi 50 milioni di euro. A questo bisogna aggiungere i guadagni in arrivo dalla nuova Champions League e dal Mondiale per Club. Un'Inter più forte e più ricca può attrarre nuovi compratori. Zhang vuole tenersi l'Inter e la chiusura per il rifinanziamento sarebbe vicina: non è previsto a breve l'annuncio dell'operazione, arriverà a ridosso del 20 maggio.

    NUOVO FINANZIATORE - Secondo quanto scrive Il Sole 24 Ore a Londra c’è grande riserbo sull’operazione che sta cercando di negoziare assieme all’advisor Goldman Sachs. Secondo indiscrezioni, l’azionista dell’Inter sarebbe sul punto di trovare un nuovo accordo per avere un rifinanziamento ponte, che gli potrebbe consentire di trattare successivamente, a migliori condizioni, la cessione di una quota azionaria del club nerazzurro. L’identikit del finanziatore corrisponderebbe a quello di un investitore con sede a Londra e tra i nomi che sono circolati nelle ultime ore, oltre a quelli di Ares e Sixth Street Partners, c’è anche quello di HayFin Capital Management, società fondata da ex banker di Goldman Sachs. Le prossime settimane saranno cruciali per l’esito delle negoziazioni.

    Altre Notizie