1311
Il Milan non muore mai. In una sfida da dentro o fuori, nella quale serviva una vittoria per rimanere aggrappato alla Champions League la squadra di Pioli batte 1-0 l'Atletico Madrid e rimanda ogni discorso qualificazione all'ultima giornata contro il Liverpool. Decide un gol di testa di Messias, a tre minuti dal 90', su invito perfetto di Kessie. Per andare agli ottavi servirà vincere con i Reds e sperare in notizie positive dal Portogallo.

Tutto rimandato al 7 dicembre anche per i colchoneros, autori oggi di una prova sottotono, senza spunti. A parte un paio di conclusioni dalla distanza di Lemar e De Paul, ben controllate da Tatarusanu, e a una zampata sottoporta di Cunha nel finale, la squadra di Simeone non è mai pericolosa. Il Milan gioca una partita da grande squadra, prima del guizzo di Messias ha solo una grande occasione con Bakayoko (salvataggio di Savic), ma merita di uscire dal Wanda Metropolitano con tre punti. Che significano speranza.