È bastata una dichiarazione dell'agente di Tullio Tinti, Alessandro Bastoni, per regalare a Steven Zhang l'ennesima giornata da segnare con la matita nera sulla sua agenda fra quelle da dimenticare. Una frase che sa di addio: "Bastoni è tifosissimo dell'Inter e ha la maglia sulla pelle, però è anche un calciatore professionista e ci si deve adeguare", come per dire, se dovrà partire sarà solo per volontà del club e che ha inevitabilmente risvegliato tutto il livore che gran parte della tifoseria nerazzurra continua a conservare nei confronti di una proprietà che ormai da troppo tempo non solo ha smesso di investire nel club, ma che per la sopravvivenza dello stesso ogni anno smantella parte della rosa per finanziare l'annata successiva. 

#SUININGOUT, MA CON ZHANG SERVE VENDERE - Vi abbiamo raccontato come l'hashtag #SuningOut sia entrato di tendenza in mattinata (LEGGI QUI), ma il fatto straordinario è che questo hashtag è rimasto di tendenza al primo posto in Italia per tutta la giornata raccogliendo oltre 13mila tweet. Il tifoso interista si è scatenato perché non vuole la cessione di Bastoni, individuato come un perno potenziale per blindare la difesa del futuro, eppure con la permanenza della famiglia Zhang al timone dell'Inter una cessione sarà comunque necessaria in questa estate di mercato per evitare un bilancio insostenibile. 

CHI SE NON BASTONI? - E allora chi se non Bastoni? Le alternative non sono tante in rosa e per ognuna di esse c'è una controindicazione. Milan Skriniar ha dichiarato amore assoluto ai colori nerazzurri, ma è in scadenza 2023 e può essere difficile incassare cifre top. Lautaro Martinez ha chiuso una stagione alla grande e farebbe coppia perfetta sia con Dybala che con Lukaku. Nicolò Barella e Marcelo Brozovic sono perni imprescindibili di un centrocampo che resta fra i più importanti e futuribili d'Italia. Sono solo questi, oggi i giocatori in grado, in un colpo solo, di sistemare il problema a bilancio dei nerazzurri.

CHI SE NON BASTONI? - E se non dovrà essere Bastoni allora a chi l'Inter può permettersi di rinunciare senza scatenare l'ira dei tifosi? DITECELO RISPONDENDO QUI AL NOSTRO SONDAGGIO