Commenta per primo

L’attaccante 22enne del Milan Bojan  Krkic è diventato nelle ultime partite un tassello fondamentale della squadra di Allegri. Da quando (secondo tempo di Palermo-Milan)  il tecnico livornese ha deciso di rispolverare il 4-2-3-1, che già aveva utilizzato a inizio stagione, Bojan ha assunto un ruolo chiave dietro la punta centrale. In questa posizione riesce a sfruttare al meglio la sua velocità, la capacità di saltare l’uomo, l’imprevedibilità creando problemi alle difese avversarie. In estate il Milan ha preso in prestito l’attaccante spagnolo dal Barcellona (via Roma) e ora, come ha comunicato l’a.d. rossonero Galliani, Bojan, diventerà del Milan a titolo definitivo.

Impressionanti sono i numeri del giovane catalano. A soli 17 anni debutta nella Liga con la maglia del Barcellona allenato da Rijcaard e pochi giorni più tardi diviene anche il più giovane calciatore a debuttare in Champions Legue. Subito dopo realizza altri due record. Più precoce titolare della storia blaugrana e più piccolo marcatore della storia del campionato spagnolo. Il 1 Aprile 2008 segna la sua prima rete in Champions ed è il secondo più giovane marcatore della storia della competizione (primo Peter Ofori-Quaye, Olympiacos 1997).

La stagione successiva conquista, a soli 18 anni e 9 mesi, la Liga, la Coppa del Re e la Champions Legue sempre con i catalani. A cinque giorni dal 19esimo compleanno vince la Supercoppa di Spagna. Il giorno del suo 19esimo compleanno trionfa in Supercoppa UEFA. Nel 2009/2010 conquista il Mondiale per club e il campionato. Nel 2010/2011, sempre con il Barcellona dei record, trionfa in Supercoppa di Spagna, in Champions Legue e nella Liga. Nel 2011/2012 si trasferisce alla Roma. Il resto è storia attuale. Bojan, a soli 22 anni, ha già conquistato praticamente tutto quello che ogni calciatore vorrebbe conquistare.