159
L'amara sconfitta della Juve a San Siro, dove i bianconeri sono stati messi sotto dall'Inter in ogni aspetto, ha evidenziato ancora una volta i problemi bianconeri legati al centrocampo. La prestazione del Meazza ha amplificato le difficoltà di una mediana che da inizio stagione non riesce ad essere il vero motore della squadra: alla scarsa fantasia e ai pochi gol si sono sommati problemi in ambo le fasi. Zero verticalizzazioni, mancati inserimenti e una totale sottomissione al centrocampo nerazzurro, guidato da Barella: specie dopo la gara di San Siro emerge la necessità, per la Juve, di puntellare la mediana.

COLPO GROSSO - E Paratici vuole farlo con un colpo da novanta. Perché tre e due anni fa, il ds bianconero aveva regalato colpi da sogno, illuminando attacco e difesa con gli arrivi di Cristiano Ronaldo e Matthijs De Ligt. Il piano si è poi rivelato incompleto, più per necessità che per scelta. La pandemia e la conseguente pesante crisi economica, che hanno reso i bianconeri la società italiana con le maggiori perdite, hanno costretto a rinviare il colpo a centrocampo. La priorità della scorsa estate è stata così concentrarsi sul capitolo plusvalenze (si veda lo scambio Pjanic-Arthur) e colpi low-cost dal futuro promettente (McKennie).
LE IDEE - Nel futuro, però, complici le difficoltà di Rabiot e Bentancur, c'è inevitabilmente un colpo lì in mezzo. Il sogno, nemmeno troppo nascosto, è sempre legato a Paul Pogba: Raiola ha ammesso il probabile addio a fine stagione, scatenando scenari e fantasie di mercato. La Juve osserva sperando nel possibile sconto del Manchester United che, in caso di mancato addio a giugno, si ritroverebbero in rosa un giocatore in scadenza. Assist importanti arrivano da due protagonisti non di poco conto: Mino Raiola, che spesso ha messo in piedi operazioni importanti con la Juve, e lo stesso Pogba, che ha posto i bianconeri in cima alla lista dei desideri. Ma il taccuino di Paratici riporta vari nomi: dietro al Polpo c'è innanzitutto Manuel Locatelli, che a Sassuolo sta bissando l'ottima stagione 2019-2020, quella della rinascita dopo le difficoltà al Milan. L'agente del giocatore ha recentemente confermato l'interesse, rivelando: "Non mi stupirebbe se Manuel approdasse alla Juventus con una stagione di ritardo". Attenzione, in questo caso, alla concorrenza del Manchester City. Sullo sfondo, intanto, restano vive le piste Aouar e De Paul: l'idillio tra il francese e il Lione non è più così solido, Paratici stravede per lui ma occorrono soldi, tanti soldi, per convincere il presidente Aulas. Per l'argentino, invece, sarà sfida all'Inter e alle big inglesi: per l'argentino sembra arrivato il capolinea dell'avventura in Friuli, ma anche in questo caso occorrerà sedersi al tavolo con la famiglia Pozzo, bottega spesso cara. Idee e progetti, la Juve studia il colpo per la mediana. Con l'obiettivo di non ripetere gare come quelle di San Siro...