Ora è tutto fatto: un ritardo nelle visite mediche di Jorginho ha fatto slittare l'ufficialità, ma Maurizio Sarri è il nuovo allenatore del Chelsea. Dopo l'esonero di Antonio Conte, il tecnico toscano ha trovato l'accordo con il Napoli per la risoluzione e proprio riguardo a questa trattativa spunta un retroscena: Sarri ha firmato una clausola 'anti-big' azzurri. Secondo quanto rivelato da La Gazzetta dello Sport infatti, il presidente De Laurentiis ha posto come condizione per l'accordo l'inserimento di penali qualora i Blues decidano di andare su altri gioielli del Napoli dopo Jorginho, un modo per blindare gli altri giocatori attenzionati dal tecnico toscano (Callejon, Hysaj e Koulibaly in particolare).

ORA IL PIPITA - No ai big del Napoli quindi, ma nulla vieta di pescare in Italia e proprio dalla Serie A Sarri conta di avere il suo prossimo centravanti: l'obiettivo numero uno, scrive Tuttosport, è Gonzalo Higuain. Il Chelsea punta a cedere Morata per fare spazio al Pipita, che potrebbe non partire solo da Torino: nel mirino anche Daniele Rugani per sostituire David Luiz, sul piatto per la Juventus 100 milioni di euro che però potrebbero non bastare (60 per Higuain, 40 per Rugani per cui i bianconeri ne chiedono 44). Prima però l'ufficialità: Sarri c'è, al via il mercato dei Blues.