Commenta per primo

Il Cagliari interrompe la serie positiva della Sampdoria, battendo 3-1 i blucerchiati grazie ad una tripletta di Victor Ibarbo. Ritorno in campo con gol per Maxi Lopez che, con il rigore trasformato al 91’, ha reso meno pesante il passivo. I rossoblù interpretano alla perfezione il loro copione preferito, cioè il contropiede, ed il protagonista assoluto è stato il colombiano che ha steso con tre gol una Sampdoria mai rinunciataria ma poco concreta in avanti. La squadra di Delio Rossi si rende pericolosa al 5’ su calcio d’angolo di Eder che costringe Agazzi ad una deviazione non facile. Ma è solo un fuoco di paglia e i padroni di casa sbloccano il risultato al 18’: lancio di Cossu per Thiago Ribeiro, il brasiliano mette al centro per Ekdal la cui conclusione viene respinta da Romero arriva Ibarbo e insacca. Il colombiano, in assenza di Sau lasciato a sorpresa in panchina, mette in apprensione la difesa avversaria al 42’, quando salta anche il portiere ma da posizione defilata non riesce a servire Dessena in area, e al 43’ con un diagonale di poco a lato. La ripresa inizia ancora nel segno di Ibarbo che al 49’ manca di poco il bersaglio dopo una gran giocata di Murru sulla sinistra e poi al 52’ raddoppia sugli sviluppi di un angolo concesso su una gran parata di Romero sul colpo di testa in tuffo di Ekdal. Nella Sampdoria l’unico pericoloso è Eder, ma al 62’ la sua conclusione dal limite è deviata in corner. Al 72’ il Cagliari chiude la partita. Contropiede di Cossu sulla destra, assist perfetto per la testa di Ibarbo che da pochi metri non fallisce. Nel finale arriva il gol della bandiera, propiziato da un errore a centrocampo di Nainggolan, con Rossettini costretto a fermare irregolarmente Eder in area. Espulsione per il difensore e rigore per la Sampdoria che Maxi Lopez trasforma per il definitivo 3 a 1.

CAGLIARI

Nessun tesserato del Cagliari ha rilasciato dichiarazioni.

SAMPDORIA

Il centrocampista della Sampdoria, Andrea Poli: ’E’ stata una giornata storta, è andato male quasi tutto. Siamo venuti qua per fare la partita ma per merito del Cagliari non ci siamo riusciti. Il risultato è giusto. Comunque non è una sconfitta che pregiudica quello che di buono abbiamo fatto negli ultimi due mesi. Ora rimbocchiamoci le maniche e continuiamo a lavorare come abbiamo sempre fatto’.