Commenta per primo

CM STADIO: Sampdoria-Milan 2-2
Gol, emozioni e spettacolo a Marassi tra Sampdoria e Milan. Mihajlovic recupera all’ultimo Silvestre e conferma le indicazioni della vigili; Inzaghi lascia in panchina Torres promuovendo ancora una volta la fantasia di Menez, El Shaarawy e Honda. La mossa regala i primi frutti già al 9’ quando il Faraone dopo oltre 600 giorni ritrova il gol con il destro a giro che fulmina Romero. La Sampdoria si sveglia dopo il 20’ quando Soriano si sposta più avanti. Il pareggio arriva all’ultimo respiro del primo tempo con Gabbiadini che mette in mezzo e Okaka anticipa tutti con un’ottima zampata. Al 50’ il vantaggio blucerchiato con Eder che ribatte in rete il palo colpito di testa da Obiang. L’ingresso di Torres riporta in partita il Milan che al 65’ approfitta del rigore fischiato da Orsato per fallo di mano di Mesbah. Menez dagli undici metri non sbaglia. Nel finale arrivano l’espulsione di Bonera e il tuffo a disinnescare la bomba di Soriano di Diego Lopez. La Samp resta terza e continua a sognare, passi avanti per il Milan di Inzaghi.

SAMPDORIA

L’attaccante della Sampdoria, Roberto Soriano: "Spero come tutti di essere chiamato in Nazionale ma penso solo a giocare bene e sono contento di quello che sta facendo la squadra. Sono maturato con l’età e piano piano sono riuscito ad esprimere meglio il proprio potenziale. Siamo contenti perché abbiamo fatto un grande pareggio, l’importante oggi era fare punti. Guardando la classifica ci stiamo rendendo conto che stiamo facendo qualcosa di incredibile ma noi parliamo solo di quello che possiamo e dobbiamo fare nella partita successiva".

MILAN

Il difensore del Milan, Philippe Mexes: "Stasera ho giocato a causa dell’infortunio di Alex, avevo tanta voglia e ho messo in campo tutto. Possiamo fare molto meglio rispetto a oggi anche se abbiamo avuto grande spirito ma non possiamo accontentarci di questo pareggio, nel primo tempo il nostro gioco è stato buono. Io vorrei sempre giocare come tutti ma l’importante è guardare alla squadra e fare più punti possibili. Tutti mi hanno sempre sostenuto, non posso lamentarmi".