4
"Riscatta 'sta stagione. Eccolo, Julio Baptista, il tocco... VATTENE VIAAAAAA, VATTENE VIAAAAA! Non te voglio più vedeeeeeee". La Roma butta via un contropiede, Julio Baptista la sua stagione, dato che, stando all'ira di Carlo Zampa, il brasiliano non si riscatterà. Non era un gol sbagliato eh, ma "solo" una scelta sbagliata in superiorità numerica a campo aperto. E se avesse sbagliato un gol? Più o meno avrebbe fatto come nel 2016, 21 febbraio, Roma-Palermo. "​Dzekooooo... non è possibile, non è possibile, non è possibile, non è possibileeeeeeeeeeeeee. Nooooooo. Diteme che non è veroooo". E invece, tutto vero. Le fattezze non sono quelle del brasiliano ma quelle del bosniaco. Che non né il primo, né l'ultimo, che sbaglierà un gol già fatto. 

CHE ERRORE! - L'altra sera, a Parigi, si è toccato l'apice, il momento più alto di quelli più bassi da vivere sotto porta. Se il PSG vince contro lo Strasburgo è campione di Francia, con 7 giornate d'anticipo. E sull'1-1, dopo aver realizzato il gol del momentaneo vantaggio, Choupo Moting entra nella storia dalla parte sbagliata. E dalla porta sbagliata.  Il pallone sta per varcare la linea, rimbalza, nessun avversario può fermarlo... ma un compagno sì. Ed è così che il tocco morbido di Nkunku si trasforma in uno degli errori più grandi che si sono visti su un campo da calcio. Colpa dell'ex Stoke City. 

C'E' ANCHE MESSI - Partendo da qua, la Classifica di CM di questa settimana è dedicata ai 10 gol sbagliati sottoporta. C'è Choupo Moting, c'è Robinho, c'è Dzeko... c'è anche Lionel Messi. Qua non sarà numero 1, ma comunque sul podio. Com'è possibile? Vedere per credere, vedere per credere. "Diteme che non è vero". E invece sì, tutto vero. 

@AngeTaglieri88