3
Aurelio De Laurentiis ha rilasciato dichiarazioni a microfoni spenti alla radio ufficiale del Napoli. Ecco quanto rivelato da Radio Kiss Kiss Napoli: Ancelotti rischia l’esonero? “Non è mai venuta meno la mia fiducia in Carlo Ancelotti. La mia fiducia è totale ed incondizionata, come uomo e come allenatore”.

Decisioni per il futuro? “Non ho deciso nulla, sarebbe un errore decidere in questo momento. Sarebbe sbagliato decidere ora, abbiamo una stagione in corsa. Esiste solo una strada, quella del modus operandi. Tutti noi dobbiamo ritrovare tranquillità, la squadra deve tornare a lavorare con serenità. Lavorino con serenità”.

Ho chiamato Gattuso ed Allegri? “Mai chiamato nessuno, mai chiamato Gattuso e non ho mai sentito Spalletti. Non ho chiamato nessuno. Con Allegri ci sentiamo mica da oggi, ma dal 2013: abbiamo un bel rapporto cordiale. Io nel 2013 lo chiamai perchè volevo che diventasse l’allenatore del Napoli, era al Milan e mi disse ‘presidente riaggiorniamoci, valuterò con attenzione’. Mi squillò il telefono, mi dava disponibilità ma sono un uomo d’onore ed ero andato a Londra stringendo la mano a Rafa Benitez. La mia parola vale più di un contratto, quindi dissi ad Allegri che non poteva esserci nulla”.

E continua: “Io ci tengo a ribadire che la mia fiducia in Carlo Ancelotti è totale, poi potremo avere dei problemi: forse sono nella metodologia di lavoro, però se li avessimo Carlo ha vinto tutto e ovunque. Ci potrebbe essere? La metodologia ha permesso a Carlo di vincere tanto. Evidentemente i top player che lui ha avuto, ad esempio Ronaldo al Real Madrid, si allenavano anche in modo personalizzato. Qui sembra un regime scolastico, e a questo punto dobbiamo dettare la regola della metodologia. Ti autorizzo a dire tutto ciò che ti ho rivelato, partendo dal concetto che si va avanti con Ancelotti”.