66
Non è ancora tornato il sereno in casa Napoli e da oggi la squadra andrà in ritiro per preparare la sfida che vedrà gli uomini di Carlo Ancelotti affrontare alla Dacia Arena l'Udinese. Obiettivo tre punti per calmare il caos attorno alla società anche se all'interno dello spogliatoio l'aria non può che rimanere tesa sia per la questione multe che per il discorso rinnovi contrattuali congelati da Aurelio De Laurentiis e che riguardano alcuni dei senatori della squadra. Uno su tutti è quel Dries Mertens trascinatore nelle ultime stagioni, partito bene a inizio anno, ma ora fermo in campionato in zona gol dallo scorso 29 settembre.

NIENTE RINNOVO E TRADIMENTO? - In scadenza di contratto a fine anno Mertens ha spinto più volte anche nei colloqui con la società per provare a rinnovare e rimanere ancora a Napoli. Lui in città si trova bene, è un idolo della tifoseria e anche in passato aveva giurato amore al club azzurro confermando: "In Serie A solo il Napoli". Oggi però le carte sul tavolo sono cambiate, da parte di De Laurentiis non è mai arrivata l'apertura a soddisfare le richieste economiche presentate dal giocatore (triennale da almeno 4/4,5 milioni di euro annui) e allora l'ipotesi di un cambio di squadra, a gennaio o a parametro zero a fine stagione è sempre più concreta. E l'ipotesi di vestire la maglia di un altro club, anche di una rivale in Serie A, oggi si fa sempre più concreta. 

CONTE LO VUOLE -
Una rivale che da tempo segue il giocatore e che più volte ha provato a strapparlo al Napoli. Si tratta dell'Inter che ha iniziato a seguire l'evoluzione del suo "non rinnovo" da tempo. In Belgio assicurano che Antonio Conte, che già voleva Mertens ai tempi del Chelsea, stia spingendo con Beppe Marotta per averlo a disposizione fin da subito, ma è più probabile che a gennaio l'Inter piazzi sì l'offerta giusta, ma per ottenerlo a parametro zero a fine stagione. Il club nerazzurro è in pole position e, salvo rilanci clamorosi (anche del Napoli), potrà presto piazzare l'affondo decisivo.