160
Certe scommesse vale la pena di farle. La prima: a giugno Domenico Berardi giocherà nella Juventus, l'accordo con il Sassuolo c'è già, Agnelli sborserà a Squinzi 18 milioni, l'attaccante sarà ben felice della sua nuova destinazione e magari metterà definitivamente la testa a posto (perché fin qui ha raccolto più espulsioni che campionati da professionista, record non invidiabile, soprattutto per un attaccante). 
 
Berardi alla Juventus, il resto sono chiacchiere, da Torino  manca solo la conferma, quella ufficiale. Al contrario l'ottimismo trabocca, il che lascia facilmente intuire che l'accordo già sia stato siglato dall'amministratore delegato Giuseppe Marotta. In bianconero l'attaccante arriverà a giugno 2016, due mesi prima di aver compiuto 22 anni e anche per questo aver scommesso su di lui 18 milioni appare una buona scelta. 

Così si può davvero parlare della meglio Juventus, slogan già di moda da qualche anno, in principio concesso forse con un po' troppa generosità. Berardi sbarcherà prima di aver compiuto 22 anni, il che significa che Alvaro Morata potrà lasciare Torino prima di averne compiuti 24 e su questo la Juventus potrà fare ben poco. Solo incassare 30 milioni, una buona plusvalenza e magari confidare in un improbabile no al Real Madrid dell'attaccante spagnolo.

Altra scommessa che già sembra vinta è quella per Paulo Dybala. "Mal che vada sarà l'attaccante del futuro per il Barcellona", trapela dalla sede bianconera.  Chi vorrà strappare alla Juve il ventiduenne argentino metta in conto di dover sborsare 80 milioni, circa il doppio di quanto complessivamente investito quest'estate dalla famiglia Agnelli. Analogo il discorso per un altro campione ventiduenne, Paul Pogba.   
 
Così stanno le cose e scommettere sul futuro sembra la migliore strategia anche in questo mercato di gennaio, dove le idee per ora sembrano poche e le scommesse fanno paura. C'è chi punta sul rilancio di Giuseppe Rossi (29 anni il prossimo febbraio) un grande talento immerso da troppo tempo in un mare di guai. La Fiorentina può cederlo in prestito, ci proverà il Bologna, un pensiero ce  lo sta facendo anche il Genoa, che per l'attacco starebbe sondando anche il ritorno di El Shaarawy. Il Monaco non lo riscatterà e il Milan potrebbe girarlo al Grifone. E il Faraone che dice? Nel Genoa è cresciuto, ma per il momento il suo entourage starebbe sondando altre ipotesi, Juventus, Fiorentina e Roma. E alla Juve serve un attaccante esterno, significa che l'ipotesi non viene scartata a priori. Sarà un'altra bella sfida, potete scommetterci.