16
Comunque vada e chiunque sarà l'allenatore che siederà sulla panchina della Fiorentina a gennaio il club viola completerà la rosa con un colpo importante a centrocampo. Il ds Daniele Pradé è già al lavoro e sta sondando il terreno con diversi protagonisti del calcio europeo con contatti e dialoghi già avviati. Tante le idee, alcune davvero difficili da realizzare, ma tutte con un punto in comune: serve un innesto di grande caratura.

I SOGNI KESSIE ED EMRE CAN - Già accostati al club viola quest'estate sono tornati di moda i profili di Franck Kessie ed Emre Can. Entrambi rientrano al momento nel campo dei "sogni di mercato" perché il tedesco della Juventus, seppur scontento e pronto all'addio, ha uno stipendio da quasi 6 milioni di euro annui insostenibile per le casse viola, mentre l'ivoriano è sì ai ferri corti con Pioli (che però lo sta reintegrando), ma il Milan non vuole privarsene se non davanti a offerte importanti.

BANEGA IPOTESI CONCRETA - I contatti più concreti sono invece stati avviati con l'entourage di Ever Banega. L'ex Inter oggi al Siviglia ha dato il suo benestare ad un eventuale trasferimento e per ora c'è una distanza di circa 2-3 milioni di euro fra la proposta della Fiorentina e la richiesta di Monchi per lasciarlo partire.

IDEE DA SERIE A - Infine non sono da sottovalutare piste meno blasonate, ma più facilmente percorribili e già note, e quindi pronte, per la Serie A. Il nome più caldo è quello di Seko Fofana dell'Udinese che Pradé ha già avuto ai tempi dell'Udinese. Piace da tempo anche Amrabat del Verona, ma la concorrenza è sempre più fitta. Infine occhio a Schone, scaricato da Thiago Motta al Genoa e Diawara che con i recuperi di tutti i giocatori a disposizione della Roma potrebbe finire ai margini delle rotazioni e rappresentare un'occasione a costi contenuti.