1
"Ho provato emozioni forti, che però non mi hanno bloccato. Anzi, l’adrenalina mi ha spinto a dare il 200% in ogni partita fino ad arrivare alla vittoria finale". Esordisce così Lucio “HHezerS” Vecchione nell’intervista esclusiva rilasciata a Calciomercato.com dopo il trionfo nella Eligella Xmas Cup.

La manifestazione, disputatasi lo scorso 14 dicembre, è stato il più grande evento offline dall’inizio della pandemia, seguito via Twitch da oltre 150mila spettatori. A contendersi il premio finale di 20.000 dollari insieme ad HHezerS, player del calibro di Mohammed "MoAuba" Harkous, Donovan "Tekkz" Hunt, Olle "Ollelito" Arbin e Corentin "Maestro" Thuillier.

"Dopo non essere riuscito ad arrivare in fondo nel primo Qualifier e nelle qualificazioni per la eChampions League ci tenevo a fare bene in questa competizione - dice HHezerS -, ma contro giocatori di tale esperienza non volevo pormi traguardi troppo alti: il primo era quello di passare il girone. Una volta superato, ho giocato partita per partita e così sono arrivato alla vittoria".
Oltre alla difficoltà nell’affrontare avversari molta più esperienza, per Lucio c’è stata anche la grande emozione di prendere parte al primo torneo dal vivo, e quindi fuori dalle mura della sua camera: "Durante i tornei online giocati lo scorso anno sono sempre stato tranquillo. I giocatori più esperti mi ripetevano sempre che giocare dal vivo sarebbe stato molto diverso, con la pressione e la paura a giocare brutti scherzi. Forse è stato proprio grazie a questi avvertimenti che ad Amburgo (dove si è disputato l’evento, ndr) sono rimasto calmo e concentrato sulle partite. Nei tornei disputati in LAN il gameplay è completamente diverso e a parer mio è qui che si vede il vero FIFA".

Dopo l’ottima stagione su FIFA 21 con la vittoria nel secondo Euorpe Qualifier, HHezerS è entrato a far parte dei Betclic Apogee circa un mese fa, quando il team internazionale è sbarcato in Italia: "Quando un grande team decide di puntare su di te significa che a livello personale hai fatto un passo importante, avvicinandoti verso il professionismo. Ogni anno però bisogna riconfermarsi: la scorsa stagione mi sono distinto tra i migliori in Europa, e voglio farlo anche su FIFA 22. Non ho paura delle pressioni, le prendo come sfide che mi stimolano a fare sempre meglio e con un team che crede pienamente in te è più facile sostenerle".

La stagione è ancora alle battute iniziali e Lucio, così come i Betclic Apogee, ha voglia di raggiungere ancora altri traguardi: "Mi ispiro a Cristiano Ronaldo e Djokovic. Sono due atleti che vogliono sempre continuare a vincere: per me non importa il montepremi di un torneo, ma solo essere il numero uno. Per questa stagione l’obiettivo minimo sono i Playoff regionali, ma anche vincere uno dei prossimi Qualifier o qualificarsi alla FIFAe World Cup non sarebbe male (ride, ndr). Diciamo che potrò dire di essere soddisfatto a fine stagione se otterrò una di queste tre cose".