61
Milan attivissimo sul mercato in questo mese di giugno: Adriano Galliani con la consulenza di Nelio Lucas, numero uno di Doyen Sports, sta lavorando su più fronti per regalare nuova linfa alla squadra. Prima della rosa, è stato stabilito il futuro della panchina: addio a Filippo Inzaghi, in arrivo Sinisa Mihajlovic; resta solo da definire la formula di separazione da Superpipppo prima dei comunicati di rito e dell'ufficializzazione. A tenere banco però sono le manovre legate ai giocatori, con tre nomi che stanno infiammando i tifosi: Jackson Martinez, per il quale mancano solo le visite mediche da svolgere in Cile (dove sta disputando la Coppa America con la Colombia), Zlatan Ibrahimovic e Geoffrey Kondogbia, per i quali le trattative sono in fase avanzata.

7 LUGLIO: IL GIORNO X - Perchè il Milan ha deciso di muoversi con decisione già a giugno, in netta controtendenza con le passate stagioni? I motivi sono principalmente due, uno di carattere tecnico e uno più legato all'aspetto marketing/economico. Innanzitutto la volontà di accelerare i tempi e cominciare da subito a preparare la prossima stagione, che partirà in anticipo rispetto al solito: subito dopo la tournée in Cina (21-31 luglio) e l'Audi Cup a Monaco di Baviera (2-6 agosto), i rossoneri saranno impegnati nei preliminari di Coppa Italia (15/16 agosto) per poi tuffarsi sette giorni dopo sul campionato. La società vuole consegnare fin da subito a Mihajlovic una rosa già quasi completa, solo da ritoccare qualora lo ritenesse opportuno l'allenatore serbo. Il vero motivo però che spinge il Milan ad accelerare è la necessità di arrivare ai primi di luglio con 2-3 colpi di spessore già messi a segno per riportare allo stadio i tifosi: il 7 luglio aprirà la vendita libera degli abbonamenti a San Siro per la stagione 2015/16, ora in fase di prelazione, e l'obiettivo è non ripetere il record negativo di quest'anno (19.395). Il Milan ha chiesto ai fan un atto di fede e per convincerli a tornare a riempire San Siro cala un tris d'assi.
IL RITORNO DI B - In quegli stessi giorni poi avrà luogo anche il raduno della squadra, raduno che stando a quanto appreso da calciomercato.com potrebbe rivedere anche il presidente Silvio Berlusconi: l'anno scorso il numero uno rossonero non si era presentato a Casa Milan, il suo ritorno abbinato a un mercato aggressivo fin da subito darebbe un forte segnale della volontà del club e del nuovo socio Bee Taechaubol di riportare subito la squadra al vertice.

Federico Albrizio
@Albri_Fede90