5
Questo articolo riferisce un antefatto. È legato a una nuova inchiesta di Calciomercato.com. L'oggetto dell'inchiesta verrà sviluppato in due puntate, la cui pubblicazione è programmata per le giornate di domani e venerdì. Ma i suoi estremi sono illustrati nel testo che segue. Vi si riferisce di uno scambio di mail fra Calciomercato.com e uno dei soggetti coinvolti nella vicenda di cui racconteremo. Lo scambio di mail è nato da una nostra richiesta di informazioni e chiarimenti preventivi. Vi riportiamo integralmente il testo del messaggio inviato da Calciomercato.com:

Egregio avvocato Massimiliano Plicanti

Le scriviamo dalla redazione di Calciomercato.com per chiederle se sia disponibile a fornirci alcuni chiarimenti, riguardo a un tema che è oggetto di nostro approfondimento giornalistico. In quanto testata d'informazione, ci occupiamo di analizzare le dinamiche e i soggetti che si muovono dentro e attorno all'economia del calcio, con particolare riferimento al mercato dei trasferimenti di calciatori.

In conseguenza di ciò, abbiamo scoperto l'esistenza di una società costituita in data 16 aprile 2018 e registrata in data 3 maggio 2018. La società in questione è denominata Studio Fut S.R.L. e risulta avere sede legale in Sarzana (SP), via Emiliana n. 3/A. Da visura camerale estratta in data 09/04/2019 risulta che Studio Fut S.R.L. abbia come oggetti sociali, fra gli altri:

promuovere i rapporti tra i calciatori professionisti e le società di calcio in vista della stipula di un contratto di prestazione sportiva, ovvero tra due società di calcio per la conclusione di un contratto di trasferimento, a titolo definitivo o temporaneo di un calciatore;

rappresentare i calciatori “nella stipula di contratti d'immagine, sponsorizzazione e merchandising”, o in “attività connesse o strumentali a quelle sopra riportate”;

la ricerca e segnalazione di calciatori (scouting) a beneficio di “clubs, agenti, intermediari, giornalisti ed editori”;

la promozione e gestione di centri sportivi;

la “gestione diretta e indiretta di accademie e clubs dilettantistici”.


Dalla medesima visura camerale risulta pure che: lei, avvocato Massimiliano Plicanti, sia Presidente del Consiglio d'Amministrazione di Studio Fut, nonché titolare di una quota azionaria corrispondente al 20% della società; gli altri detentori di quote nonché consiglieri nominati con atto datato 18 gennaio 2019 e registrato il 20 febbraio 2019 risultano essere i signori Pecini Riccardo (titolare di una quota azionaria corrispondente al 30%), Viola Francesco Diego (titolare di una quota azionaria corrispondente al 30%) e Marinangeli Gianluca (titolare di una quota azionaria corrispondente al 20%).

Sulla scorta di tutto ciò e contando sulla sua cortese disponibilità nel rispondere a domande su temi che riteniamo siano di pubblico interesse, le chiediamo quanto segue:

1) Il signor Pecini Riccardo, che dalla visura camerale risulta titolare di quota azionaria del 30% di Studio Fut, corrisponde alla persona del signor Riccardo Pecini che all'epoca della costituzione di Studio Fut era direttore sportivo del settore giovanile dell'Unione Calcio Sampdoria, e che attualmente ricopre la carica di direttore generale dell'Empoli Football Club?

2) Il signor Viola Francesco Diego, che dalla visura camerale risulta titolare di quota azionaria del 30% di Studio Fut, corrisponde alla persona del signor Francesco Viola che all'epoca della costituzione di Studio Fut svolgeva il lavoro di scout presso l'Unione Calcio Sampdoria, e che attualmente lavora nel settore scouting dell'Empoli Football Club?

3) Il signor Marinangeli Gianluca, che dalla visura camerale risulta titolare di quota azionaria del 20% di Studio Fut, corrisponde alla persona di Gianluca Marinangeli, che tanto all'epoca della fondazione di Studio Fut quanto adesso è responsabile, presso l'Unione Calcio Sampdoria, del Centro Sportivo “Mugnaini”?

4) La società Studio Fut ha fin qui effettuato opera di consulenza e/o intermediazione per la stipula di contratti di prestazione sportiva di calciatori e per il perfezionamento di trasferimenti di calciatori da un club a un altro, come da oggetto sociale?

5) Oltre che delle accademie, Studio Fut ha già intrapreso o è in procinto d'intraprendere “la gestione diretta o indiretta di clubs dilettantistici”?

6) Qualora i soci di Studio Fut a proposito dei quali chiediamo chiarimenti – i signori Pecini Riccardo, Viola Francesco Diego e Marinangeli Gianluca – risultassero effettivamente essere o essere stati tesserati e/o dipendenti dell'Unione Calcio Sampdoria e dell'Empoli Football Club, è stato valutato il rischio di un conflitto d'interessi a carico degli stessi, e della violazione delle norme Fifa e Figc in materia di incompatibilità fra il ruolo di intermediario e quello di tesserato per un club iscritto ai ranghi federali?

7) Considerato che nessuno dei soci detiene una quota di maggioranza, a chi toccherebbe il compito di firmare il mandato di rappresentanza nel caso in cui venisse conferita a Studio Fut S.R.L. una procura?
8) In ultimo con riferimento a lei, egregio dottor Massimiliano Plicanti: conferma di continuare a rivestire la carica pubblica di consigliere comunale presso il Comune di Fivizzano, dopo esserne stato vice-sindaco?

La ringraziamo in anticipo per l'attenzione e il tempo che vorrà dedicare ai nostri quesiti e confidiamo nella sua buona disposizione a rispondere su questioni che sarebbero d'ausilio a un lavoro d'analisi giornalistica che noi di Calciomercato.com abbiamo varato nelle ultime settimane, e prossimo alla pubblicazione.
Le sue gradite risposte sarebbero d'ausilio per dare un'informazione più corretta possibile sulle attività di Studio Fut e dei suoi soci.

Calciomercato.com
Il Direttore


LA RISPOSTA - A questa mail, inviata venerdì, l'avvocato Plicanti ha replicato domenica. Registrate le sue risposte, Calciomercato.com ha inviato un'ulteriore richiesta: pubblicare integralmente le risposte dello stesso avvocato Plicanti. Giusto stamattina, mentre ci si predisponeva a mettere online questo articolo, è arrivata una mail in cui l'avvocato Plicanti chiede un ulteriore contatto, stavolta telefonico. Ma a questo punto Calciomercato.com ha deciso di andare online. Questo è quanto per ciò che riguarda l'antefatto. Appuntamento a domani per la prima parte dell'inchiesta.

@pippoevai