49
Segni di miglioramento. Oggi è arrivata l'apertura dell'agente di Montoya, e dalla Spagna dicono sia fatta per l'arrivo all'Inter di Kranevitter, ma la risposta più diffusa che si sentono dare gli uomini mercato nerazzurri negli ultimi tempi è sempre quella: no, grazie. Dopo il gran rifiuto di Yaya Tourè, sono arrivate docce fredde, per motivi diversi, per i sogni Benatia, Kondogbia e Cuadrado. E oggi altri due obiettivi si sono allontanati dalla squadra di Roberto Mancini: Imbula e Perisic.

NON, MERCI - Il centrocampista del Marsiglia, Giannelli Imbula, era finito nella lista di alternative a Yaya Tourè, dopo che l'ivoriano aveva manifestato la volontà di restare al Manchester City. Secondo quanto riporta L'Equipe, l'Inter aveva anche presentato un'offerta di 18 milioni di euro alla società francese per il mediano, che però ha declinato la proposta. Imbula non è attratto dal progetto tecnico nerazzurro, ed è più propenso a trasferirsi al Valencia, pronto a offrire 22 milioni per il suo cartellino.

NEIN, DANKE - Un altro no è arrivato poi dal Wolfsburg, dove gioca l'esterno Ivan Perisic. Roberto Mancini ha ammesso, in settimana, l'interesse per il croato, sottolineando però come quella dei Lupi sia una bottega piuttosto cara. Oggi il direttore sportivo della società tedesca, Kalus Allofs, ha parlato alla Bild del futuro di Perisic: "La nostra intenzione è di prolungare il suo contratto. Ne parleremo con il giocatore, presto tornerà a Wolfsburg e discuteremo, ma noi abbiamo già avuto discussioni preliminari durante la stagione". Due rifiuti, come i tanti degli ultimi giorni, che ai tifosi interisti fanno ancoa più male se confrontati con le grandi manovre dei cugini milanisti.
THIAGO O MELO - Secondo Sky, nell'arco di due o tre giorni l'Inter darà una risposta definitiva a Felipe Melo: i nerazzurri temporeggiano aspettando una risposta da Thiago Motta. Sul centrocampista del Galatasaray c'è già il Siviglia alla finestra. In ogni caso, secondo quanto riferisce Gianluca Di Marzio, la priorità di Melo rimane l'Inter: il brasiliano avrebbe bloccato già un paio di case a Milano. 

Di Melo parla Dursun Ozbek, da poco presidente del Galatasaray: "Felipe ha un altro anno di contratto con noi, ci sarà un incontro a breve, entro la prossima settimana. Lui si è guadagnato il rispetto e l'ammirazione dei fans anche perché lui si comporta come una bandiera di questo club. Non possiamo cedere adesso".