363
Christian Eriksen potrebbe non essere una colonna portante dell’Inter che verrà (quella targata Antonio Conte) ma potrebbe diventare un’opportunità per mettere a segno una buona plusvalenza. Antonio Conte ritiene il centrocampista danese una buona pedina da utilizzare a gara in corso, perché la classe dell’ex Tottenham può diventare micidiale quando sopravviene la stanchezza e le squadre iniziano ad allungarsi. Il tecnico salentino lo ha chiaramente dimostrato con l’utilizzo degli ultimi mesi. Raramente Eriksen è partito nell’undici titolare, probabilmente perché bollato come “pigro” e poco incline alla fase di non possesso, contrariamente sacra per l’ex ct.

LE CONDIZIONI DELL'INTER- L’Inter non lo svenderà, Marotta non ha alcun dubbio sul valore di Eriksen e per questo motivo il calciatore non è in saldo. Ma un’opportunità di mercato potrebbe smuovere l’amministratore delegato e Piero Ausilio, che non escludono la possibilità di inserire il danese in uno scambio che possa condurre a Milano qualche elemento più gradito ad Antonio Conte. Lo avevamo scritto il 15 luglio e lo ribadiamo alle porte di settembre: Eriksen può partire, ma l’Inter dovrà trovarsi di fronte a una condizione molto favorevole, che le garantirebbe una considerevole plusvalenza. In caso contrario, Eriksen rimarrà a Milano a disposizione di Conte.