Commenta per primo

Wesley Sneijder ha rilasciato un'intervista alla versione olandese di Metro, parlando della stagione travagliata che ha coinvolto sia lui che l'Inter:

"C'è stato un periodo quest'anno in cui ho avuto tanti infortuni muscolari e ho pensato fossero legati all'età. La verità però è che recuperavo troppo in fretta sia per la mia voglia di tornare in campo sia per la pressione. Ero consapevole che la squadra aveva bisogno di me e volevo dare una mano. Poi c'è stato anche il problema legato al fatto che abbiamo avuto cinque allenatori diversi, ognuno con una impostazione diversa. Questo ha avuto conseguenze per tutti, a livello di squadra e singolarmente".
 
L'arrivo di Stramaccioni gli ha donato vigore e buon umore:
 
 "Ho giocato ovunque quest'anno: attaccante, centrocampista, esterno e trequartista. C'è stato un momento in cui dovevo andare a prendere palla nella mia metà campo e portarla avanti, questo influiva anche sulla mia motivazione, non ero felice. Ma poi fortunatamente è arrivato il nostro nuovo allenatore e ha capito questa situazione. Stramaccioni mi capisce".