255
16.45 BROCCHI PARTE PER PERUGIA - Un'ulteriore elemento a favore della conferma di Inzaghi sulla panchina del Milan è costituito dal fatto che Christian Brocchi, candidato principale alla sostituzione di Superpippo in caso di esonero di quest'ultimo, è partito regolarmente partito dalla stazione di Milano Rogoredo alla volta di Perugia, dove sarà impegnato con la Primavera rossonera domani alle 12.  

14.25 CONFERMA - Secondo quanto riporta Milan Channel Inzaghi resta al Milan. Il canale tematico si è espresso così "a meno di novità improvvise resterà l'allenatore del Milan". 

11.50 CONTATTATO SPALLETTI - Secondo Il Corriere della Sera, per la prossima stagione il Milan ha già contattato Luciano Spalletti, sotto contratto fino a giugno con lo Zenit San Pietroburgo, che lo esonerò l'anno scorso. 

11.02 AL TIMONE, PER ORA -  E' inziato poco fa l'allenamento di scarico del Milan, in campo con i giocatori c'è anche Inzaghi. Il suo futuro resta in bilico.

10.01 MINUTI DECISIVI - Filippo Inzaghi questa notte ha dormito a Milanello insieme alla squadra. Una decisione sul suo futuro è attesa entro le 11, quando è in programma il primo allenamento di giornata.

00.14 SIAMO AI SALUTI -  Dopo la sconfitta del Milan in casa contro il Genoa (QUI), la società rossonera si sta convincendo a esonerare il tecnico Fillippo Inzaghi: è pronto a sostituirlo l'allenatore della Primavera Cristian Brocchi, che secondo quanto risulta a Sport Mediaset sarebbe già stato allertato durante la partita. L'alternativa è l'attuale allenatore in seconda, Mauro Tassotti. Probabile però che venga presa una nottata di riflessione prima della decisione finale. Sarà una lunga notte di riflessione dunque: tra il futuro del club, con Bee Taechaubol sempre più vicino ad acquistare la società da Silvio Berlusconi, e quello della guida tecnica. I vertici societari hanno deciso di prendere una decisione definitiva sul futuro dell'allenatore nella giornata di domani, quando Adriano Galliani avrà parlato con il Presidente Berlusconi e insieme avranno valutato il da farsi

MAI COSI' MALE - Fuori dalla Coppa Italia ai quarti di finale, undicesimo in classifica con 10 sconfitte in campionato, 42 gol subiti, 46 gol fatti: bastano questi numeri a certificare l'annata disastrosa del Milan, che questa sera ha rimediato la seconda sconfitta consecutiva, dopo aver inanellato una serie di risultati positivi che parevano aver riportato il sereno a Milanello (una sola partita persa nelle precedenti sei gare). Il ko interno contro il Genoa è la quinta sconfitta rimediata a San Siro. C'è davvero aria tesa: in poche ore, potrebbero terminare due avventure: quella di Berlusconi alla proprietà e quella di Inzaghi in panchina (LEGGI QUI LE SUE PAROLE A FINE PARTITA). Un'altra bandiera distrutta dall'esperienza come allenatore, dopo Clarence Seedorf.

BROCCHI E TANTI GIOVANI
- Secondo quanto risulta a Calciomercato.com, lo scenario che si prefigura prevede Brocchi sulla panchina della prima squadra fino a fine stagione, ma pronto a tornare in Primavera per le Final Eight. Con lui, possibile esordio per alcuni giovani, acclamati a gran voce dalla Curva Sud nel corso della partita.

SONDAGGIO: CHI SARA' L'ALLENATORE DEL MILAN LA PROSSIMA STAGIONE? CLICCA QUI PER VOTARE