3

La società editrice di calciomercato.com si chiama Calcioinfinito. Nomen omen per questa testata che calcio mastica ogni giorno all'infinito, nata diciannove anni fa e cresciuta a tal punto da diventare il primo sito italiano italiano di calciomercato. 

Tre anni fa ne ho assunto la direzione editoriale: oggi la lascio, dopo avere vissuto una straordinaria avventura umana e professionale. Un’altra mi attende dietro l’angolo, ma qui si parla di un’esperienza unica, condivisa con una redazione in cui il mix di passione, competenza, professionalità si è mescolato all’adrenalina di una banda di smanettoni esaltata dall'interesse collettivo. 

E non è soltanto una mera questione di numeri che, si sa, schiacciano le parole. Di record stabiliti in estate e battuti in inverno, in una rincorsa che ha sbalordito anche noi per la rapidità e per i risultati che il picco massimo hanno raggiunto in questo inizio 2015, con lo storico primato del 2 febbraio: quasi 800 mila gli utenti unici e 4,3 milioni le pagine viste; il rapporto censuario audiweb traffico su pc e mobile che ha classificato calciomercato.com come il secondo sito di sport in Italia più cliccato dopo gazzetta.it, mentre gli utenti di gennaio erano stati  5 milioni 500 mila, le pagine viste 73 milioni, le visite 24 milioni. E ancora: il dato degli utenti unici che ha battuto sia il primato invernale, stabilito nel gennaio 2014 (4 milioni 700 mila) sia, elemento ancora più significativo, il primato del mercato estivo 2014 (4 milioni 900 mila utenti unici). 

Tre anni fa, quando ho incontrato l’Editore Carlo Pallavicino e l’amministratore delegato Cosimo Baldini, che di questo sito sono i Dioscuri, i Gemelli del Gol e il Gatto e la Volpe messi insieme, essi mi affidarono un compito preciso: trasformare calciomercato.com in un autentico giornale sportivo, arricchendone sia i contenuti giornalistici sia la sezione audiovideo sotto la spinta degli investimenti e degli sforzi profusi in ogni ambito e senza requie dalla società editrice, con la crescita di una redazione tanto giovane quanto ricca di talento e la promozione mediatica di un marchio che fosse garanzia di credibilità, autorevolezza e attendibilità. 

E’ il pubblico il giudice unico di ogni impresa editoriale: sul web, in edicola, alla radio, in televisione. E il pubblico di calciomercato.com è diventato sempre più vasto, sempre più preparato, sempre più partecipe, come testimoniano il successo della comunità Vivo x lei; la moltitudine di commenti e post che quotidianamente intasa il sito; il gradimento che ha contraddistinto l’approdo in home page di nuovi opinionisti di qualità. 

Grazie alla libertà garantitale dall’Editore, questa redazione, libera da lacci e lacciuoli, ha raggiunto i risultati che ne hanno premiato la passione e le fatiche. Perché, alla fine, vince sempre la squadra ed è la squadra a determinare le fortune di chi l’allena. Ed è la squadra di calciomercato.com che oggi applaudo: dall’Editore all’amministratore a ognuno dei colleghi che la compongono. La mia missione è compiuta. 

Xavier Jacobelli