50
"Nel 2006 l'indebitamento del Parma era di 16 milioni di euro, oggi arriva a 197 milioni. In questo periodo sono entrati nelle casse sociali 220 milioni solo di diritti televisivi, cui bisogna aggiungere i ricavi da botteghino e da sponsorizzazioni. Chi ha creato un simile buco nero?".

Alla domanda che Andrea Schianchi, inviato della Gazzetta a Parma e uno dei più esperti conoscitori delle vicende emiliane, si pone stamane sulle colonne del suo giornale, bisogna aggiungerne un'altra: poichè  i giocatori del Parma non ricevono gli stipendi da sette mesi, Federcalcio e Lega di serie A dove sono state durante tutto questo tempo? Chi doveva vigilare, ha vigilato? Possibile che dopo 3 cambi di proprietà e 5 presidenti in meno di tre mesi, non ci sia stato uno straccio di intervento ufficiale, di mail, di lettera, di telefonata, di ispezione per chiedere chiarimenti e spiegazioni su quanto stesse e sta succedendo a un club con 101 anni di storia?  
Va bene che, come ha detto testualmente Lotito a Iodice "Beretta conta zero", ma Tavecchio? E Lotito, il grande riformatore del calcio italiano, secondo il quale Carpi, Frosinone e Latina non contano nulla e se venissero in serie A sarebbe un disastro? Dove caspita è stato Lotito in tutto questo tempo?
Possibile che uno come lui, che pontifica su tutto e su tutti, che a Bari va in giro con il K-way della Nazionale, che "ha messo d'accordo Berlusconi e Murdoch", come ha detto a Iodice, non abbia niente da dire sulle vicende di Parma? E o non è stato Lotito, con Galliani, il deus ex machina di Beretta in Lega e Tavecchio in federazione?
Come pensa Lotito di vendere meglio i diritti tv di un campionato costretto a rinviare una partita perchè la squadra ospitante non può manco pagare gli steward?
Com'era la storia raccontata da Lotito domenica scorsa al Corriere della Sera: "«Vede, io di bilanci mi intendo, sono quello che ha fatto prendere 1,2 miliardi alla Lega di A, ho fatto parlare Murdoch e Berlusconi...". Visto che di bilanci se ne intende, Lotito, non gli è mai venuto il ghiribizzo di esaminare, da superesperto, i conti degli emiliani? Magari poteva dare qualche consiglio utile a Beretta & Tavecchio?
La verità è semplice: ancora una volta questo Sistema ha dimostrato di non funzionare. Perché in questo Sistema non c'è nulla che non funzioni. Quando Malagò e il Coni capiranno che bisogna rifarlo da capo a piedi sarà sempre troppo tardi.
Nel frattempo, presumiamo che i tifosi del Parma abbiano almeno due o tre idee su dove ficcare i nuovi e più rigorosi controlli annunciati dal Palazzo per evitare il ripetersi di casi simili.
E' come per gli hooligans olandesi che hanno devastato Roma: nel nostro meraviglioso Paese, quell che devono intervenire si svegliano sempre dopo. I risultati sono esaltanti.
Xavier Jacobelli
Direttore Editoriale www.calcomercato.com