Calciomercato.com

Juve, controlli positivi per Pogba: rientro più vicino per giocarsi il futuro

Juve, controlli positivi per Pogba: rientro più vicino per giocarsi il futuro

  • ET
  • 52
"Paul Pogba ha riportato una lesione di basso grado all'adduttore della coscia destra e ha già iniziato l'iter riabilitativo volto alla ripresa dell'attività agonistica". Era il 13 marzo e la Juventus ufficializzava attraverso il proprio sito ufficiale l'ennesimo infortunio stagionale per Pogba. Il centrocampista francese doveva essere il grande colpo di mercato dei bianconeri, ma ad oggi sono soltanto 35 i minuti in cui è riuscito a scendere in campo agli ordini di Massimiliano Allegri che lo sta aspettando alla Continassa per riaverlo a pieno regime. E una data spunta chiara all'orizzonte perché gli ultimi esami a cui si è sottoposto hanno dato segnali rassicuranti.

LEGGI ANCHE Juve, Pogba questa volta accelera per il rientro

PUNTA L'EL - Gli esami strumentali a cui si è sottoposto il classe 1993 nella giornata di ieri hanno confermato che la lesione all'adduttore si è praticamente rimarginata e presto potrà essere a disposizione di Allegri per il rientro in gruppo in allenamento. Non ci sarà sicuramente col Verona, né in Coppa Italia contro l'Inter, ma la speranza è di iniziare a recuperarlo per la sfida contro la Lazio in programma sabato 8 aprile e averlo poi a disposizione al 100% o quasi per la gara di andata dei quarti di finale di Europa League contro lo Sporting Lisbona.


SI GIOCA IL FUTURO - 2 mesi o poco più. È questo ciò che rimane a Pogba di una stagione sfortunata in cui l'investimento del club bianconero non ha ripagato.
E oggi più che mai, nonostante la volontà dichiarata a mezzo stampa di voler proseguire con la Juventus, l'ex Manchester United si gioca una grossa fetta del suo futuro. 8 milioni di euro netti all'anno fino al 30 giugno 2026 sono un macigno per i conti del club bianconero già provati anche dalle possibili sanzioni (sportive e penali) che condizioneranno i prossimi mercati. Il Pogba visto finora non vale l'investimento fatto (lo stesso Calvo lo ha ribadito soltanto qualche giorno fa) e la dirigenza sta inevitabilmente ragionando su un futuro ancora tutto da scrivere.

Altre notizie