572
Juventus nella bufera, John Elkann è pronto a prendere in mano la situazione. Il presidente di EXOR (holding della famiglia Agnelli-Elkann, azionista di maggioranza della Juventus) entra in prima persona sul tema legale per quanto riguarda l'indagine che coinvolge il club bianconero. Elkann, in tribuna accanto ad Andrea Agnelli in occasione della sfida di campionato persa con l'Atalanta, secondo quanto riferito da Il Corriere dello Sport avrebbe convocato per oggi un summit con i legali per mettere a punto la strategia difensiva per affrontare l'inchiesta.

AFFARE ROVELLA - Tra le operazioni poste sotto la lente d'ingrandimento c'è il trasferimenti di Nicolò Rovella dal Genoa ai bianconeri per 18 milioni di euro, con la contestuale cessione al Grifone di Manolo Portanova per 10 milioni e di Elia Petrelli per 8 milioni. Un'operazione che si sarebbe potuta concludere a zero, vista la scadenza del contratto di Rovella il 30 giugno 2021 (l'affare è stato chiuso il 29 gennaio), ma completata in modo oneroso con plusvalenze per 17,2 milioni inserite a bilancio: un affare che dovrà essere spiegato.

AVANTI CON GLI INTERROGATORI - Nel frattempo, evidenzia Calcioefinanza.it, proseguono gli interrogatori dei manager bianconeri. Dopo l'audizione di Cherubini, i pm hanno in programma nuove audizioni a testimoni: potrebbe trattarsi di Maurizio Arrivabene, Giovanni Manna e Paolo Morganti, questi ultimi due figure di vertice del settore giovanile da cui provengono molti giocatori inseriti in affari conclusi con plusvalenze e ora sotto la lente degli inquirenti.