302
Buona la prima
 
Andrea Pirlo esordisce sulla panchina della Juventus nel migliore dei modi battendo la Sampdoria dell’ex Ranieri per 3 reti a 0 grazie ai gol di Kulusevski, Bonucci e Cristiano Ronaldo.
E’ proprio il neo acquisto Kulusevski la migliore sorpresa della serata.
Gol a parte (un colpo da biliardo di rara precisione) stupisce per la classe e la tranquillità da veterano mostrata in campo nel corso della gara nonostante fosse all’esordio in maglia bianconera.
Se ‘il buongiorno si vede dal mattino’ il calciatore svedese sarà uno dei giocatori più importanti della nuova era juventina.
 
Kulusevski e McKennie, che esordio!
 
Le note positive della serata però non vengono solo dall’ex giocatore del Parma.
Anche il primo calciatore americano della storia della Vecchia Signora, Weston McKennie, ha dimostrato subito di avere le carte in regola per farsi rispettare all’interno del centrocampo.
Bene anche il ‘redivivo’ Ramsey, apparso davvero un altro calciatore rispetto a quello sbiadito visto all’opera nel corso della scorsa stagione.
Insomma, nonostante una Juventus rimaneggiata per via degli infortunii e con il cartello ‘lavori in corso’ ancora ben in evidenza, la sfida contro la Sampdoria lascia ai tifosi bianconeri tanti argomenti di discussione positivi su cui dibattere nel corso dei prossimi giorni.
Certo, la partita andava chiusa prima perché nel corso del secondo tempo si è rischiato persino di rimettere in gioco la Samp, però essendo la prima gara della stagione per ora può andare bene anche così.
 
Dzeko, ora o mai più!
 
Quello che decisamente non va bene invece è essere arrivati a due settimane dal termine della campagna acquisti estiva 2020 senza avere ancora in rosa l’erede di Gonzalo Higuain.
A prescindere dal lato finanziario, di cui abbiamo già parlato nel corso dello scorso Juvemania, quello che più di tutto preoccupa è sicuramente il lato tecnico.
Andrea Pirlo ha bisogno di avere al più presto il suo numero 9. Il futuro della Juventus passa anche se non soprattutto dalla scelta del nuovo attaccante bianconero.
Il favorito a ricoprire questo ruolo da protagonista resta indiscutibilmente Dzeko, pronto anche a ‘svincolarsi’ da Milik, ma bisogna fare in fretta.
Se Dzeko è il prescelto di Andrea Pirlo la dirigenza bianconera deve fare tutto il possibile per accontentarlo nel corso di questa settimana. Non si può ritardare oltre.
Il campionato è partito (e per fortuna con una bella e netta vittoria) ma adesso non si può proprio più rimandare.
Dzeko aspetta la Juve ma soprattutto Andrea Pirlo aspetta Dzeko e allora che questo matrimonio si faccia in fretta prima che qualche altro imprevisto possa subentrare in corso.
Se si vogliono tenere a distanza le dirette inseguitrici, in casa Juve non si può prescindere dall’acquisto di un centravanti di valore internazionale. Dzeko sicuramente lo è, quindi ora o mai più!
 
@stefanodiscreti