Calciomercato.com

  • Juventus FC via Getty Images
    Juventus, Allegri resta sotto contratto? L'opzione licenziamento, l'Arabia e 20 milioni in ballo

    Juventus, Allegri resta sotto contratto? L'opzione licenziamento, l'Arabia e 20 milioni in ballo

    • Emanuele Tramacere
    Massimiliano Allegri non è più l'allenatore della Juventus. La notizia è ormai divenuta ufficiale attraverso il comunicato pubblicato nel pomeriggio di oggi 17 maggio 2024, esattamente la stessa data del primo addio ai colori bianconeri. Una casualità che ci riporta anche a modalità completamente differenti di dirsi addio. Sì perché nel considerare un addio in panchina bisogna sempre considerare il come si arrivi alla decisione di separarsi perché fra le parti, va ricordato, c'è sempre un rapporto lavorativo da tenere presente. E Allegri con la Juventus era ancora sotto contratto per un'altra stagione fino al 30 giugno 2025.

    LEGGI QUI - JUVENTUS, UFFICIALE L'ESONERO DI ALLEGRI

    20 MILIONI IN BALLO -
    Un contratto onerosissimo, spesso criticato e che ha portato all'allenatore non poche frecciatine da parte di stampa e tifosi. Andrea Agnelli quando nel 2021 lo convinse a tornare facendogli anche dire no a Beppe Marotta che lo voleva all'Inter per il dopo-Conte gli fece firmare un contratto della durata di 4 anni a 7 milioni netti +2 di bonus a stagione. Fra lui e il suo staff al lordo, la cifra che rimane in ballo per l'ultima annata di contratto è di circa 20 milioni di euro.

    LEGGI QUI - Allegri-Juventus, 8 anni di storia: vittorie, trionfi e record, ma anche delusioni e casi spinosi

    RESTA SOTTO CONTRATTO - Massimiliano Allegri
    oggi è stato ufficialmente esonerato o meglio, per usare le parole del comunicato ufficiale, "sollevato dall'incerico di allenatore della Prima Squadra maschile in seguito a taluni comportamenti tenuti durante e dopo la finale di Coppa Italia che la società ha ritenuto non compatibili con i valori della Juventus e con il comportamento che deve tenere chi la rappresenta". In sostanza non c'è stata alcuna trattativa fra le parti e, di conseguenza Allegri rimarrà al momento sotto contratto per un'altra stagione e regolarmente pagato dalla società fino al 30 giugno 2025.

    LEGGI QUI - Perché la Juventus non ha ancora annunciato Montero

    L'OPZIONE LICENZIAMENTO
    - Proprio il testo del comunicato lascia però ampio spazio a riflessioni sia per l'allenatore che per la società. Se ad oggi non è stata avviata alcuna procedura legale contro Allegri, non è escluso che un licenziamento per giusta causa possa essere intentato contro l'allenatore nel corso delle prossime settimane. La motivazione "comportamenti non compatibili con i valori della Juventus" fa presagire all'ipotesi di un danno di immagine da cui partire per un procedimento.

    LEGGI QUI - Rabiot, messaggio d'affetto per Allegri: 'Meritavi un addio diverso, sarai ricordato come uno dei più vincenti'

    BUONAUSCITA -
     Dal canto suo l'allenatore ha davanti a sé almeno un mese di trattative per non rimanere fermo (le sirene dell'Arabia Saudita non smettono di suonare per lui) e trovare una nuova sistemazione. Se la troverà, allora sarà necessario sedersi di nuovo attorno a un tavolo con la Juventus per trattare la risoluzione dell'accordo in essere e, probabilmente, lì si giocherà la battaglia più importante, quella per una quanto più ricca possibile buonauscita.

    @TramacEma

    Commenti

    (129)

    Scrivi il tuo commento

    Utente vxl 83481
    Utente vxl 83481

    Leggo tanti commenti... Ma vi assicuro che in un'azienda normale se un dipendente parla così ad u...

    • 4
    • 2

    Altre Notizie