2

L'anticipo di campionato in programma stasera all'Olimpico tra Roma e Inter rappresenta una novità assoluta per la Serie A, infatti per la prima volta nella storia del calcio italiano si sfidano due squadre controllate da società straniere. Il presidente statunitense James Pallotta da una parte e l'indonesiano Erick Thohir dall'altra guarderanno la partita in patria dalla tv. 

STADIO NUOVO - Entrambi hanno in mente un progetto per rilanciare i rispettivi club sia dal punto di vista dei risultati sportivi, sia sotto l'aspetto finanziario aprendo le porte ai nuovi mercati esteri per aumentare le entrate e sistemare il bilancio. La via principale da percorrere è quella di costruire un nuovo stadio di proprietà: in questo senso, oltre che in classifica, i giallorossi sono più avanti rispetto all'Inter. 

SABATINI - La Roma, che all'andata sbancò San Siro con un netto 0-3, ha 17 punti in più dei nerazzurri, dati sulle tracce di Walter Sabatini per il dopo Marco Branca. Invece il direttore sportivo ha rinnovato il proprio contratto col club giallorosso fino al 2017. Pallotta lo ha premiato con un triennale anche per le scelte azzeccate nello scorso mercato estivo, chiuso in attivo di 34 milioni grazie alle cessioni di Marquinhos, Lamela e Osvaldo

ALLENATORI - Ormai è un lontano ricordo il pessimismo nella piazza della Capitale, che forse ha convinto Walter Mazzarri a preferire l'Inter alla Roma dopo l'addio al Napoli. Al suo posto è arrivato il tecnico francese Rudi Garcia, che ha avuto subito un ottimo impatto col calcio italiano. Tra gli scettici c'era anche Daniele De Rossi: "Sinceramente non sapevo chi fosse - ha raccontato il centrocampista giallorosso in un'intervista a So Foot -. Mi ricordo che sono andato su internet, ho digitato il suo nome e il primo risultato che è uscito fuori è un video in cui c'è lui che suona il 'porompompero' con la chitarra. Ho imprecato e pensato: ma chi è questo? Ero in Nazionale e ho detto a Pirlo: 'Cazzo, guarda chi abbiamo preso...'. Quando ho saputo che avevamo preso lui come nuovo allenatore ho avuto qualche dubbio, anche perché prima di parlava di Allegri o Mazzarri. Invece oggi ringrazio Dio tutti i giorni che abbiamo preso 'pompompero', lui può essere un punto di svolta nella storia della Roma. Non esagero, ci può far vincere". 

GIOVANI BOMBER - Venendo alle più attuali questioni di campo, al posto di capitan Totti infortunato giocherà l'ex di turno Mattia Destro: "Quella di cerdermi è stata una scelta loro, allora ci rimasi male ma adesso ho altre priorità e voglio segnare il più possibile con la Roma". Al centro dell'attacco dall'altra parte dovrebbe finalmente partire titolare per la prima volta in questo campionato Mauro Icardi, che scalpita con una voglia matta di mettersi in luce dopo le belle prestazioni entrando a gara in corso contro Fiorentina e Cagliari. 


A CONFRONTO IL CAMPIONATO DI DESTRO E ICARDI: