Commenta per primo

Un risveglio difficile. Una sconfitta che fa male. All'indomani del ko per 2-1 nel derby contro la Lazio, il direttore sportivo della Roma Walter Sabatini non si nasconde. «È stata una brutta nottata, un dolore immane. Per i tifosi, per i ragazzi, per il mister. Le ferite sanguinano, ma le curiamo e ripartiamo subito» le sue parole ai microfoni di Roma Channel.

«Queste sconfitte però insegnano molto, ci insegnano a vincere. Certo era meglio capire gli errori dopo una vittoria - aggiunge il dirigente giallorosso -. Ora abbiamo partite ravvicinate e dobbiamo rimetterci in carreggiata». Anche perchè, a parte il risultato, Sabatini dice di aver visto «una partita valida» da parte della Roma. «Soprattutto nel primo tempo, ma a tratti anche nel secondo in inferiorità numerica - il parere del ds -. Tagliavento? Preferisco sorvolare, non mi pare il caso. Abbiamo fatto degli errori, come li ha fatti l'arbitro. Il buon senso magari avrebbe indicato un'altra designazione, ma la partita l'abbiamo persa noi e non Tagliavento». Adesso sarà fondamentale ripartire: «Se riusciremo ad incanalare bene questa rabbia, faremo bene da subito. Abbiamo dei ragazzi straordinari condotti al meglio da Luis Enrique e dal suo staff. Raramente ho gestito dei ragazzi così professionali nella mia carriera». E presto, ad affiancarlo, ci sarà anche Franco Baldini: «Arriverà in settimana. Si unirà a noi per portare avanti questa storia che oggi è dolorosa, ma che presto cambierà».