Commenta per primo
La Sampdoria inizia a programmare la prossima stagione. Eppure quella che fino a poco tempo fa sembrava una certezza, ossia la permanenza di Montella a Genova, ora non pare più così scontata. 'Merito' delle dichiarazioni del mister nel post partita della gara contro la Lazio: "Il contratto ce l'ho ma dobbiamo incontrarci, capire i progetti e se siamo fatti l'uno per l'altro".

Secondo Il Secolo XIX, si tratterebbe di frasi che non sarebbero piaciute molto ai vertici di Corte Lambruschini. E in questa chiave andrebbero lette le parole di ieri di Ferrero su Zenga ("Ho sbagliato ad esonerarlo troppo prematuramente"), affermazione che sino ad oggi non era mai stata fatta in precedenza. 

Ma se Ferrero sembra essere comunque convinto di Montella, la sensazione è che vada decifrato il volere di Romei, braccio operativo del patron che sempre stando al quotidiano genovese potrebbe aver mosso qualche critica all'Aeroplanino per la salvezza che tardava, generando la frase "Io non mi sono pentito della scelta, bisogna vedere se gli altri si sono pentiti di me".

Bisogna poi tenere conto del mercato, che Montella vorrebbe condurre con maggiore libertà di azione (come aveva già chiesto anche a Firenze). La Samp sarà disposta a concedergli questa libertà? Tanti punti interrogativi, insomma, da sciogliere quanto prima. Alla finestra, intanto, ci sarebbero sempre Pioli e Iachini.