Commenta per primo
Sampdoria-Torino è una partita ad altissimo rischio. Rischio ambientale, innanzitutto, perchè a Genova per la giornata di oggi è stata diramata allerta arancione. E così il match tra i blucerchiati e i granata resta in forte dubbio. Il Ferraris si trova lungo il Bisgano, in zona esondabile, e per questo motivo ad ogni allerta arancione deve essere valutata la situazione. In caso di allerta rossa invece l'evento sarebbe automaticamente rinviato. Proprio in questi minuti in Prefettura si sta tenendo un vertice per decidere il rinvio della partita (che eventualmente non verrà giocato nelle prossime 48 ore a causa del turno infrasettimanale).

Sampdoria-Torino è però una partita ad alto rischio anche per il presidente Ferrero. Il pubblico della Samp ha annunciato forti contestazioni al patron, dopo le scritte dei giorni scorsi ("Ferrero guardati le spalle" e "Viperetta mangia in fretta"), gli annunci dei Vecchi Ultras che avevano parlato di 'picchetti' per non far entrare il numero uno doriano allo stadio e la contestazione fuori dal ristorante dove Ferrero stava cenando con Osti e Di Francesco.

In molti hanno consigliato al Viperetta di non presenziare allo stadio, ma l'imprenditore romano ha già annunciato di voler essere della partita. Sarà quindi una giornata di straordinari per le sue bodyguards, ma pure per la Digos, che ha previsto una massiccia presenza a Marassi. Si tratta di una decisione dovuta dal clima pesante attorno a Ferrero, ma motivata anche dai rapporti non idilliaci tra la tifoseria del Torino (venduti 700 biglietti) e quella della Samp.